Dl sicurezza: arriva l’ok all’unanimità del Cdm

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Approvato all’unanimità dal Consiglio dei Ministri il decreto Salvini in materia di sicurezza e immigrazione. Il provvedimento modifica la normativa in materia dell’accoglienza dei profughi abolendo il permesso umanitario. Il dl inoltre introduce nuove misure sulla cittadinanza e la permanenza nei centri di prima accoglienza. Dà una stretta alle leggi antiterrorismo estendendo il Daspo sportivo anche ai sospetti terroristi. Toglie la cittadinanza in caso di condanna definitiva per terrorismo. E concede maggiori poteri ai Comuni.

Non si accenna al caso dei Rom ma, ha sottolineato Salvini, “obiettivo di questo governo è chiudere tutti i campi Rom in Italia entro la legislatura”. “Per i richiedenti asilo – ha annunciato il ministro dell’Interno – lo stop alla domanda si avrà in caso di pericolosità sociale o condanna in primo grado“. Con “un passaggio – ha precisato il premier Giuseppe Conte – anche all’autorità giudiziaria”.

Dopo le polemiche dei giorni scorsi sui dubbi di incostituzionalità sollevati anche dal Colle, il premier, Giuseppe Conte, ha precisato che il decreto Salvini risponde a “un quadro di assoluta garanzia per la tutela dei diritti fondamentali delle persone e delle convenzioni internazionali a cui l’Italia aderisce, e ai principi costituzionali. Andiamo a operare un sistema del tutto nuovo di riordino e di revisione di una più efficace disciplina”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!