Emergenza migranti, nave Diciotti: Salvini fa scendere i minori

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Risolto in parte il caso della nave Diciotti con 177 migranti a bordo e attraccata al porto di Catania. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha annunciato: “I 27 bambini a bordo della nave Diciotti scendano: faccio un passo oltre, nonostante l’Europa vigliacca dorma. L’Italia è un paese col cuore grande però per i 20enni-30enni robusti e vaccinati basta, finito”. Ricordiamo che le Procure di Agrigento e Catania, la Ue e buona parte delle opposizioni chiedevano una soluzione in tal senso. I pm hanno intanto aperto un’inchiesta per sequestro di persona.

Le parole di Salvini e quelle del presidente della Camera. Il capo del Viminale ha sottolineato: “Per i bambini in Italia non c’è nessun problema, però basta, stop: voglio far capire che in Italia come in Australia ‘no way’, se arrivi senza diritti o documenti in Italia non ci metti piede”. Dal canto suo invece stamane il presidente della Camera Roberto Fico su Twitter aveva scritto: “I 177 migranti a bordo della Diciotti devono poter sbarcare. La giusta contrattazione con i Paesi dell’Unione europea può continuare senza alcun problema. Però i profughi che si trovano sulla nave, tra i quali ci sono anche alcuni minori non accompagnati, non possono essere più trattenuti a bordo. Poi si procederà alla loro ricollocazione nella Ue”.

L’inchiesta. La Procura di Agrigento ha aperto un’indagine per sequestro di persona e arresto illegale sul trattenimento a bordo della nave Diciotti dei 177 migranti soccorsi dalla Guardia Costiera. L’inchiesta è a carico di ignoti. Le ipotesi di reato inizialmente previste potrebbero essere modificate in base a valutazioni normative ancora in evoluzione vista la complessità del caso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!