Anziano esibizionista “incastrato” da una mamma e denunciato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
172268291

Un 74enne è stato denunciato stamattina in centro a Malo per atti osceni in luogo pubblico. L’anziano, che abita in un comune del circondario, è stato scorto mentre esibiva i genitali da una mamma che ha avvertito un agente della polizia locale che si trovava poco lontano. Da quanto raccontato dai carabinieri, nessun bambino avrebbe assistito alla scena, né sarebbe venuto a contatto con l’uomo. Rimane però il dubbio che non si sia trattato della prima volta che accadeva. Sul posto è poi arrivata anche una pattuglia dei carabinieri di Malo ed è scattata la denuncia per atti osceni aggravati.

Un tempo, la sanzione per atti osceni in luogo pubblico era di carattere penale e consisteva nella reclusione da tre mesi a tre anni e nella sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di 5mila a un massimo di 30mila euro. Dal gennaio 2016 la sanzione – che resta ugualmente – ha carattere amministrativo e va da 5mila a 10mila euro. Resta però reato quello che un tempo era, appunto, l’atto osceno aggravato, quando cioè il comportamento è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori, con il pericolo che essi vi assistano. In tal caso, si resta nel penale e la sanzione prevista dalla legge è la reclusione da quattro mesi a quattro anni e sei mesi. E’ questo il caso di oggi.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!