Olimpiadi della Gioventù: il razzo acquatico Ceccon fa cinquina di medaglie in Argentina

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il momento dorato di Thomas Ceccon alle Olimpiadi dei Giovani

Cinquina pagabile. Thomas Ceccon continua a sfrecciare a pelo d’acqua nelle Olimpiadi junior, gli Youth Olympic Games in corso di svolgimento a Buenos Aires in Sudamerica. Per il nuotatore scledense, nazionale azzurro, ultima giornata trionfale in vasca prima del rientro a Magrè dove vive, giusto il tempo di un abbraccio e ripartire stavolta per la Cina. A casa forse ritornerà un po’ ingobbito a causa delle medaglie multicolori conquistate in Argentina nelle specialità veloci di stile libero, dorso e farfalla. Per il 17enne una spedizione memorabile, con la ciliegina dorata dell’oro assoluto nei 50 freestyle con tanto di nuovo record personale.

Ben 5 delle 22 medaglie conquistata fin qui dai giovani italiani nelle varie discipline olimpiche – la kermesse su scala mondiale è rivolta ai nati dal 2000 al 2002 – “pesano dolcemente” al collo dello spilungone scledense (è alto 1,94) che una volta tuffatosi in piscina si trasforma in siluro. Nella 50 metri stile libero, lo sprint in vasca lunga, tutto perfetto e titolo di Campione Olimpico Junior in saccoccia: avanti in progressione dalle prime bracciate fino a toccare per primo davanti al russo Markov e all’egiziano Sameh, registrando il tempo super di 22’33”, primato personale.

Poi l’ennesima passerella olimpica sul podio, stavolta sul gradino più alto, dove lo “squalo altovicentino” ha mostrato con orgoglio il metallo (più) prezioso conquistato in Argentina. Sfoggiando degli inediti capelli corti dopo aver esibito a lungo una. lunga chioma inusuale per i nuotatori. Oltre all’oro sgargiante in bella mostra, collezione completata da due argenti (50 dorso e 200 misti) e due bronzi (nella staffetta dei 400 misti e nei 100 dorso) già inseriti nel palmares, un bottino entusiasmante per Thomas, bravo a reggere alla fatica del tour de force di questi giorni.

Ora appena il tempo di fare e disfare le valige per poi volare stavolta nell’altro emisfero, in Cina, dove ad attendere Ceccon ci saranno i Mondiali in vasca corta. Con il costume azzurro griffato Italia ancora una volta indosso.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!