Il Comune denuncia ignoti per diffamazione. Nel mirino un detrattore anonimo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il sindaco di Santorso Ffanco Balzi

Il sindaco del comune di Santorso, Franco Balzi, presenta denuncia contro ignoti – ma non troppo – a tutela dell’immagine ma soprattutto del lavoro di giunta e consiglio comunale dell’ente locale. A confermarlo è una nota apparsa intorno al mezzogiorno oggi sulla pagina ufficiale: la querela è scattata in seguito a una serie di post ritenuti diffamatori rimbalzati sui servizi di messaggistica istantanea (whatsapp e sms) e prevenuti a decine di cittadini. Si tratterebbe di un messaggio anonimo, diffuso e di fatto  divenuto di pubblico dominio da domenica 12 maggio e che ha infastidito non poco gli amministratori del paese dell’Altovicentino.

Allusioni a presunti dissesti di natura finanziaria e a fantomatiche spese per cause legali, il tutto condito da un linguaggio che definire “disdicevole” sarebbe un eufemismo. “In qualità di legale rappresentante dell’ente – spiega il primo cittadino orsiano -, ho provveduto a depositare in nome e per conto dell’ente querela per i reati di ingiuria e diffamazione, a tutela dell’operato dell’ente oltre che della onorabilità e correttezza propria, della Giunta e di tutto il Consiglio comunale”.

Un messaggio anonimo, cioè non firmato e proveniente da un numero di cui non si conoscerebbe ancora il proprietario, “contenente informazioni e affermazioni non veritiere – continua il testo pubblicato oggi – a carattere evidentemente diffamatorio, oltre che espressioni volgari, gravemente offensive. In attesa dello sviluppo delle indagini finalizzate all’individuazione dei responsabili di tale vile iniziativa, gli uffici e l’amministrazione si rendono disponibili, come sempre, presso le proprie sedi istituzionali, a permettere che ogni cittadino riceva le informazioni corrette, con l’imparzialità e la professionalità che da sempre contraddistingue l’ente”.