Il vento sradica due alberi secolari a Villa Rossi. In corso la rimozione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Uno dei tassi sradicati (foto di Franco Balzi)

“E’ la legge della natura. Ma a guardarli si prova un senso di perdita”. Il sindaco di Santorso Franco Balzi lo ha scritto stamattina, documentando le operazioni di rimozione e messa in sicurezza avviate nello storico parco cittadino che fu il giardino di Alessandro Rossi.

“Il vento di sabato notte ha lasciato il segno anche nel Parco di Villa Rossi – spiega Balzi sulla sua pagina Facebook – Due tassi secolari, vicini al laghetto, si sono schiantati al suolo; una parte della chioma sommitale ha oltrepassato la mura di cinta verso via Santa Maria, invadendo una parte della pista ciclabile, senza arrecare fortunatamente danni a persone o cose”.

I due alberi ad alto fusto cadendo al suolo hanno strappato dalla terra l’ammasso di radici e terra da cui, da oltre cent’anni, traevano sostentamento. L’area verde attorno alla villa fu progettata dall’architetto Caregaro Negrin e complessivamente occupa più di quattro ettari: una porzione è appunto il giardino romantico, con il laghetto e gli alberi secolari colpiti dal vento di sabato.

“Già stamattina una squadra è al lavoro, per rimuovere il fusto e i rami – continua Balzi – sono solo piante, potrebbe dire qualcuno. E che è la legge della natura. Tutto vero. Però a guardarli, stamattina, si provava un senso di perdita. E cercavo di immaginare quante cose hanno visto passare, a Santorso, dalla loro posizione”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!