Scivola sul Novegno e si fa male a una gamba. Pensionato portato “a spalle” in contrada

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un momento dei soccorsi sul Monte Novegno

Purtroppo per lui la giornata di sole con passeggiata invernale tra neve e boschi sul Monte Novegno si è conclusa nel reparto di ortopedia dell’ospedale di Santorso. A rimanere infortunato sul sentiero che porta al parcheggio più in quota è stato ieri un escursionista veneziano di 71 anni, scivolato a terra riportando un forte trauma ad un arto inferiore, una probabile frattura ad una gamba che gli ha impedito di far rientro autonomamente al punto di partenza.

L’incidente di montagna si è verificato poco dopo mezzogiorno, con la squadra di soccorso alpino operante a Schio a salire fin quasi a quota 1.500 metri di altitudine per raggiungere la coppia di amici impegnata sulla somma di uno dei monti prealpini.

Sette i soccorritori che ieri sono partiti fino al luogo preciso indicato dal compagno di escursione, dopo aver verificato che il pensionato, originario di Mestre, dopo la caduta accidentale di fatto non riusciva a reggersi in piedi. La squadra di emergenza del Cnsas dopo aver raggiunto con in mezzo la cima del Monte Novegno è discesa a piedi fino a imbattersi nei due amici, procedendo subito a stabilizzare l’arto ferito.

Un paesaggio che si ammira sul Monte Novegno

Dopo aver allestito la calata, lo hanno trasportato a valle utilizzando una barella portantina per un centinaio di metri, fino a raggiungere la strada percorribile dai veicoli a ruote. Da qui, il settantenne è stato  accompagnato al punto d’incontro concordato via radio con l’ambulanza a Contrà Cerbaro sull’altura del Tretto di Schio.

La “missione” di soccorso si è quindi conclusa con il trasferimento all’ospedale di Santorso per gli accertamenti del caso con i medici ortopedici a provvedere alla probabile frattura riportata nella scivolata.