Calcio a 5, una vicentina in A1 dopo 10 anni: sarà Carrè Chiuppano o Arzignano?

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Pedrinho e Marcio, due pilastri e capitani dei club vicentini (foto Dotsports)

Due venete nel girone, e si ritrovano pure in finale. E si tratta di due vicentine. Il verdetto sarà affidato ad un derby fratricida che catapulterà una tra Real Arzignano e Carrè Futsal Chiuppano nell’olimpo del calcio a 5 italiano. Sarà finalissima playoff (di serie A2) tra le due massime espressioni beriche del movimento indoor del pallone, con doppio atto in andata e ritorno a designare la vincitrice. Un epilogo impensabile a inizio annata, e che ora tiene banco nel circo a rimbalzo controllato e fa sballare gli appassionati del parquet di tutta la provincia, alla sola idea di poter ammirare il gotha della disciplina nella prossima stagione a portata di mano.

Per i biancorossi della città del grifo, capaci di rinverdire i fasti di un’Arzignano capace di aggiudicarsi due scudetti negli anni dello splendore – poi macchiati dalle vicende extrasportive -, sberla fragorosa all’Orte: al 4-3 in Lazio e segue un secco 6-0 in un Palatezze gremito e festante che ribalta i destini e consegna la finalissima ai vicentini. Il quintetto di Stefani offre una prestazione-capolavoro, recuperando tutti i pezzi da novanta in tempo utile per le fasi cruciali. Spicca il poker personale di Amoroso (due gol da cecchino su tiro libero), a livelli mostruosi dopo una sfilza di infortuni che lo hanno condizionato nei due anni trascorsi, poi lo spagnolo Pichi (suo il gol d’apertura in power play) e il gioiello del vivaio Houenou fissano la poetica sestina da favola.

Stessa fiaba che sta vivendo il Carrè Chiuppano di Ferraro, matricola devastante che di sberle ne rifila due al Città di Sestu, corazzata sarda giunta sgonfia al doppio match clou. A gonfiare i petti dei biancazzurri ci pensano Pedrinho con una doppia e il trio Zanella-Zannoni-Rossi con una tripla condivisa a fissare il 5-2 del ritorno che fa il paio con il 4-2 dell’andata. Decisivo il blitz (in rimonta dall’1-2 pro Sestu) a Cagliari con Buonanno mattatore (doppietta). Sardi regolati a doppi mandata e accesso all’ultimo atto guadagnato di diritto.

Nei due confronti stagionali, avvenuti nelle giornate d’esordio di andata e ritorno, una vittoria di misura del Real Arzignano (5-4) e un pareggio nel match di ritorno a Chiuppano (4-4). Stavolta, però, il doppio duello metterà in palio ben più dei canonici tre punti. Da ricordare infine che i biancorossi si sono classificati al secondo posto – alle spalle della neopromossa abruzzese Civitella – e i biancazzurri al terzo. Primo atto domenica sera in posticipo (ore 20.30 a Zanè) con il “CC” ad ospitare il round – possibile spostamento da Chiuppano ad altra sede vista la capienza limitata dell’impianto- , palasport invertiti sabato 12 maggio e qui non ci saranno dubbi sull’arena ad ospitare l’evento, il glorioso Palatezze.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!