Al via domani “Suoni tra le malghe”: la seconda edizione raddoppia

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'immagine delle malghe di Arsiero, d'estate (foto Comune di Arsiero)

Inizia domani la seconda edizione dei Suoni tra le malghe, la rassegna musicale ambientata nelle Prealpi Venete dell’Alto Vicentino.

I concerti proposti quest’anno abbracciano diversi generi musicali e la partecipazione è sempre gratuita. I partecipanti sono invitati a raggiungere i luoghi dei concerti principalmente a piedi, con escursioni di diversa durata e difficoltà, adatte a tutte le esigenze. Viene comunque garantito un servizio di trasporto per chi ne avesse la necessità. Alla base degli eventi c’è quindi il superamento di un’idea “usa e getta” della montagna per abbracciare, piuttosto, un rapporto con essa più intimo e profondo, nel contesto del turismo dolce che si sta progressivamente affermando in questi anni.

La rassegna si è rafforzata con l’ingresso dei comuni di Lastebasse e Rotzo (che si aggiungono ad Arsiero e Posina), grazie ai quali sono stati raddoppiati il numero degli eventi (dai tre dell’anno scorso ai sei di questa edizione) e, letteralmente, di “allargare gli orizzonti” verso nuovi e magnifici territori. Tra le altre novità di quest’anno, inoltre, vanno segnalati i due eventi collaterali: Libri e storie tra le malghe e Immagini tra le malghe. Con il primo, sarà possibile consultare una piccola raccolta di libri, opuscoli e cartine sulle nostre montagne, sulla loro storia e sui percorsi escursionistici presenti (alcuni di essi saranno disponibili per l’acquisto). La proposta nasce dalla necessità di divulgare il materiale informativo sulle montagne, a volte difficilmente reperibile per gli interessati. Inoltre, a partire dalle ore 11.30 in poi, bambini e ragazzi potranno ascoltare letture a tema (a cura dei ragazzi del Servizio Civile dell’Unione Montana Alto Astico).

Con Immagini fra le malghe, domenica 1 e 8 luglio, presso il Baito delle Suore (Fiorentini), sarà possibile apprezzare la flora e la fauna delle nostre suggestive montagne grazie agli scatti di Roberto Piccinini e Federico Toldo.

Dal punto di vista strettamente musicale, va segnalata la solida presenza della musica in dialetto veneto, con il folk d’autore dei Valincantà e le canzoni da battello della tradizione veneziana di Oblivion Soave; segue poi, sempre nell’ambito della musica tradizione, la musica balcanica degli Idraulici del Suono e quella irlandese di McNando Celtic band; chiuderà la rassegna il rock in chiave acustica (violino-fisarmonica-flauto traverso e basso) dei Covertone.

Domani l’appuntamento è a malga Campo Azzaron (Arsiero): partenza delle escursioni alle 8.30 (dal campo sportivi di Laghi) e alle 9.30 (dal Passo della Pianella). A seguire, Messa accompagnata dal coro Monte Caviojo (nella mattinata), pranzo in malga e concerto con i Valincantà nel pomeriggio.

Va segnalato, infine, il forte contributo all’organizzazione della rassegna offerto dalle associazioni di volontariato e ai privati che l’hanno sostenuta economicamente.

Maggiori informazioni e programma completo disponibili sul sito suonitralemalghe.net.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!