Donna trovata senza vita sgozzata in auto: è suicidio

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'auto in cui è stato ritrovato il cadavere in via Rasa a Thiene

Aggiornamento ore 12,30. I carabinieri sono convinti che la donna trovata stamane sgozzata nel parcheggio di via Rasa a Thiene si sia suicidata. La visione dei filmati delle telecamere infatti ha permesso di confermare che non vi sono state altre persone intorno all’auto dopo il suo ingresso nel parcheggio, ieri mattina verso le 11. Date le condizioni in cui era il corpo, le forze dell’ordine sono convinte che la morte, provocata da un taglio netto al collo, sia sopravvenuta ancora ieri mattina, in quello che si delinea come un tragico dramma della solitudine. La 43enne – le cui iniziali sono M.d.R.C.V –  aveva ancora appoggiato sulle gambe il coltello da cucina utilizzato per mettere fine, in un modo particolarmente violento, alla sua vita. Single, collaboratrice domestica, la 43enne viveva da anni a Thiene e non era sposata. Sconosciuti i motivi dell’insano gesto.

Ore 9,30. E’ stata trovata sgozzata nella sua auto, nel parcheggio che sorge vicino alla sede della Polizia Locale di Thiene in via Rasa. Le forze dell’ordine stanno cercando di capire come sia morta la donna che si trovava dentro l’abitacolo di una Fiat Punto bianca, posteggiata lì dalle 11 di ieri mattina.

Si tratta di una 43enne originaria dell’Ecuador trovata priva di vita questa mattina all’interno della sua macchina nell’area ex Nordera di Thiene da un automobilista che aveva parcheggiato lì a fianco e, vedendo il corpo con del sangue coagulato vicino al collo ha dato l’allarme ai vigili e ai carabinieri. Appoggiato sulle gambe della donna morta c’era un coltello da cucina.

Le forze dell’ordine sono tuttora sul posto, la donna è stata identificata. Si tratta di una collaboratrice familiare, regolarmente residente a Thiene, non sposata. Da una prima ricostruzione dei fatti, pare si tratti di un gesto volontario. Gli inquirenti, infatti, al momento propendono per l’ipotesi del suicidio, ma per fugare ogni dubbio stanno analizzando i filmati registrati dalle telecamere presenti nell’area. A far luce sul caso sono arrivati da Vicenza il colonnello Alberto Santini, comandante provinciale dell’Arma, e il maggiore Giuseppe Bertoli, coordinatore del nucleo investigativo, assieme al comandante della compagnia di Thiene, il capitano Davide Rossetti. Sul posto, anche gli agenti della polizia locale Nord Est Vicentino, guidati del comandante Giovanni Scarpellini, per deviare gli automobilisti che entravano nell’area in cerca di parcheggio.

Il caso ricorda uno analogo accaduto tre anni fa a Chiuppano. Nel parcheggio davanti alla sede del municipio venne trovata una donna serba di 57 anni senza vita, che si era tagliata la gola all’interno dell’auto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!