Il Parco del Donatore diventa un’area fitness per tutti grazie al Lions

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Ci sono la panca per i muscoli addominali e la “lat machine” per schiena, i bicipiti e le spalle; la “arm swinger” per le braccia e la “rower machine” che simula il classico vogatore; la “leg press” per i quadricipiti delle gambe e i bicipiti femorali e la “arm rotation” per la parte superiore del corpo. E sono attrezzature per il fitness pensate per essere utilizzate anche dalle persone con disabilità. E’ una vera e propria “palestra all’aperto” quella donata alla città di Thiene dal Lions Club Thiene Colleoni e da qualche settimana disponibile al Parco del Donatore. Una bella opportunità di sport inclusivo, inaugurata oggi, a disposizione di tutti e che ora sta ai thienesi usare bene e preservare.

L’area fitness inclusiva può diventare insomma un punto di incontro per persone diverse, un’agorà dove diverse culture, religioni, condizioni fisiche e psichiche possono impegnarsi in progetti di inclusione e di accoglienza nel nome dello sport. “L’area, e il progetto ad esso legato e destinato a crescere nel tempo, – sottolinea Giuliana Liotard, presidente Lions 2017/2018 – rappresenta non soltanto un importante regalo per la Città ma anche, e soprattutto, un importante esempio di progettualità a lungo termine”.

Sono sei le attrezzature donate al Comune. “L’attività del Lions Club Thiene Colleoni nell’anno sociale appena concluso – spiega ancora Liotard – è stata prevalentemente dedicata a sostenere proprio progetti inclusivi nel mondo dello sport. Abbiamo sostenuto il baskin a Thiene, introdotto allo sci ragazzi con disabilità e sostenuto  economicamente il progetto motorio per i ragazzi del Patronato San Gaetano, al quale i nostri soci sono particolarmente vicini. Infine siamo anche partner del Comune nell’organizzazione della settimana dello sport”. Per raggiungere gli obiettivi, il Lions aveva anche promosso nei mesi scorsi due eventi organizzati negli spazi dell’Hangar Museum dell’Aeroporto “Arturo Ferrarin”, che hanno consentito di finanziare i progetti concreti a beneficio dell’intera collettività.

“Tutti devono poter fare attività sportiva – commenta Giampi Michelusi, assessore allo Sport – e grazie all’aiuto del Lions Club Thiene Colleoni le attrezzature, adatte anche a persone con disabilità, sono il segno tangibile di una civiltà che matura, cresce e non si dimentica di nessuno. Un appello particolare lo rivolgo ai cittadini, affinché siano custodi morali di quanto ci viene donato, nella speranza che queste strutture siano utilizzate con serietà e attenzione”.

Contestualmente all’installazione delle attrezzature, l’assessorato ai lavori pubblici ha provveduto alla riasfaltatura di via Papa Giovanni XXIII, ricavando due posti per disabili e la definizione dell’isola ecologica non più posta su terra, ma posizionata su un’adeguata area asfaltata. E’ stata sistemata la segnaletica, realizzata la piastra dove sono collocate le attrezzature inclusive, così da permettere l’accesso a carrozzine, con la manutenzione dei vialetti del parco adiacenti e a breve verranno installate anche due panchine, con un investimento di quasi 22mila euro.

“La sinergia tra gli assessorati – dichiara Andrea Zorzan, assessore ai lavori pubblici – ha permesso di riqualificare una porzione di area verde e di viabilità cittadina, arricchendo questa zona che fino a pochi anni fa era un semplice prato con nuove opportunità di utilizzo e condivisione. Aspetto, quest’ultimo, caro all’assessorato al sociale”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!