“Tieni a Thiene” il 5 per 1.000 della quota Irpef. Ogni anno l’iniziativa è rivolta al sociale

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il municipio di Thiene

“Tieni a Thiene” il tuo 5×1000 è quasi uno slogan ormai, con il Comune a rendere nota la possibilità per i cittadini di devolvere la quota Irpef di contributo a favore delle attività sociali della propria comunità di residenza. A farsi portavoce della libera proposta in sede di dichiarazione dei redditi è l’assessorato ai Servizi alla Persona e alla Famiglia.

“Rinnovo l’invito a tutti i thienesi – è l’appello della referente delegata Anna Maria Savio – a sottoscrivere la destinazione del 5×1000 al Comune, in modo da contribuire a sostenere e migliorare le attività sociali”. Negli ultimi due anni sono entrati nella casse dell’ente locale oltre 35 mila euro grazie al gesto solidale di chi ha voluto barrare la casella preposta sul modulo di dichiarazione, utilizzati per iniziative come detto a sfondo sociale.

Come noto la destinazione verso enti locali o associazioni non comporta alcun costo per il contribuente. Non si tratta di una tassa, ma della facoltà di decidere espressamente di riservare alle persone più indigenti della propria comunità una piccola parte delle proprie imposte. “Soprattutto quest’anno – continua Savio – è una scelta che riveste particolare importanza: il protrarsi della pandemia e l’impatto che essa sta avendo sull’economia e sul lavoro richiedono attenzione e solidarietà nei confronti delle fasce più deboli della nostra comunità. Il Comune sta già facendo molto, ma l’impegno richiesto è notevole. Possiamo intensificare tale sostegno se tutti ci facciamo sensibili alla situazione attuale iniziando da piccoli e semplici gesti, a partire da questo”.

Per destinare il 5 x 1000 del proprio reddito alle attività sociali del Comune è sufficiente
apporre la propria firma nel riquadro del modello 730 o del Modello Unico evidenziato e
indicato come “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”. Anche chi non deve presentare la dichiarazione dei redditi può comunque richiedere al proprio datore di lavoro o all’ente erogatore della pensione la scheda integrativa allegata al Cud e consegnarla (compilata e in busta chiusa) ad un ufficio postale, a uno sportello bancario, che le ricevono gratuitamente, oppure ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (Caf, commercialisti, etc.). Sulla busta occorre scrivere “destinazione cinque per mille Irpef” e indicare cognome, nome e codice fiscale del contribuente.

Per gli anni finanziari 2018 (anno d’imposta 2017) e 2019 (anno d’imposta 2018) al Comune di Thiene è stata destinata dai contribuenti una somma di quasi 36 mila euro.
Dichiara il Sindaco, Giovanni Casarotto: “Ringrazio quanti hanno permesso al Comune di
beneficiare di queste somme che l’Amministrazione Comunale ha destinato per integrare le
rette di ospitalità di adulti e anziani in strutture residenziali“. Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Servizi alla Persona e alla Famiglia al 0445.804.731.

Anna Maria Savio