Sedicenni aggrediti e rapinati in piazza di pomeriggio: due arresti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Aggressione e rapina ai danni di tre sedicenni in centro a Zugliano sabato pomeriggio: due cittadini di origine maghrebina sono stati arrestati.

Il grave fatto di cronaca è avvenuto sabato pomeriggio intorno alle 17.00: i carabinieri del nucleo operativo e della stazione di Thiene, sono intervenuti su segnalazione di tre ragazzi sedicenni del luogo, che mentre stavano passeggiando lungo la piazza del paese sono stati avvicinati da due nordafricani, aggrediti con calci e pugni e costretti a consegnare i propri telefoni cellulari e i portafogli. I due si sono poi immediatamente dileguati a bordo di una Mercedes.

I tre sedicenni però non si sono persi d’animo ed hanno immediatamente allertato il 112, riferendo scrupolosamente l’episodio e fornendo una serie di dettagli che si sono rivelati utili dettagli per l’individuazione dei responsabili.

Infatti, grazie anche alle preziose indicazioni ricevute, gli accertamenti subito avviati dei carabinieri hanno consentito di risalire la Mercedes ad una donna, residente a Breganze, nota alle forze dell’ordine proprio per le sue frequentazioni con un gruppo di pregiudicati marocchini, residenti a Lugo di Vicenza.

I carabinieri, quindi, si sono precipitati presso l’abitazione di uno di questi soggetti, trovando l’auto segnalata parcheggiata sotto casa; è scattata  quindi la perquisizione domiciliare, che ha consentito di ritrovare i proventi della rapina, telefoni cellulari e portafogli dei ragazzi, ai quali sono stati successivamente restituiti.

I due responsabili sono stati quindi stati arrestati con l’accusa di rapina e posti agli arresti domiciliari. Si tratta di Othmane Alouani, 20 anni, e Yassine Mouhtadi, 25 anni, entrambi pluripregiudicati per reati contro il patrimonio.

Uno dei tre ragazzi che ha subito la rapina è dovuto ricorrere alle cure dell’ospedale di Santorso: è stato giudicato guaribile in 8 giorni per le abrasioni subite al volto. I carabinieri stanno anche verificando se i due marocchini abbiano commesso altre rapine simili nei confronti di altri giovani. Al momento il giudizio direttissimo non è ancora stato fissato.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!