Fusioni, ok dalla Ia Commissione regionale a Colceresa, Lusiana-Conco e Valbrenta

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La Prima Commissione del Consiglio Regionale Veneto

La Prima commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto ha esaminato oggi gli esiti dei referendum che si son tenuti lo scorso 16 dicembre nei comuni interessati dai dieci processi di fusione, cinque dei quali hanno avuto esito favorevole. In questo caso, dopo il voto di oggi in Prima commissione, il Consiglio regionale sarà chiamato ad approvare i relativi progetti di legge; successivamente, i Comuni coinvolti dalla fusione saranno accompagnati al voto da un Commissario prefettizio che sarà nominato dopo la pubblicazione della legge nel Bollettino ufficiale. Negli altri cinque casi le consultazioni hanno fornito esiti contrastati e la Commissione ha ritenuto, seguendo una prassi consolidata, di fornire all’Aula l’indicazione di non procedere alla costituzione del nuovo comune.

Nel dettaglio, alla luce dell’esito positivo dei diversi referendum, per quel che riguarda il Vicentino la Commissione ha approvato all’unanimità i progetti di legge 333 istitutivo del nuovo Comune di Colceresa (fusione dei Comuni di Mason Vicentino e Molvena); 382 istitutivo del nuovo Comune di Lusiana Conco (fusione dei Comuni di Lusiana e Conco). Via libera anche al progetto di legge 387 che istituisce il nuovo Comune denominato Valbrenta: in questo caso, tuttavia, la fusione interesserà i Comuni di Cismon del Grappa, Valstagna, San Nazario e Campolongo sul Brenta, ma non coinvolgerà – com’era previsto nel progetto originario – il Comune di Solagna, i cui cittadini si sono espressi contro la fusione.

La Commissione, ha fornito invece all’unanimità l’indicazione all’Aula di non proseguire gli iter di fusione che, per il Vicentino, riguardano l’istituzione dei nuovi Comuni di Colbregonza (fusione dei Comuni di Carrè e Chiuppano, i cui cittadini si è espressi a maggioranza per il no alla fusione) e  Pieve dei Berici (fusione fra i Comuni di Longare – unico espressosi favorevolmente rispetto alla fusione -, Castegnero e Nanto).

Il commento di Nicola Finco. “Dopo il risultato importante ottenuto nel referendum del 16 dicembre scorso – sottolinea il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Nicola Finco – la Prima commissione consiliare permanente ha dato seguito alla volontà dei cittadini dando stamattina il via libera alla nascita per fusione dei nuovi Comuni di Colceresa, Lusiana Conco e Valbrenta. Per quanto riguarda i primi due Comuni, su richiesta degli attuali sindaci la legge di istituzione verrà approvata a inizio febbraio, mentre per Valbrenta il progetto di legge andrà in aula consiliare già la prossima settimana”.

Finco aveva seguito come primo relatore i progetti di legge per la nascita di questi nuovi Comuni. “A proposito di Valbrenta – spiega – la Commissione ha rispettato la volontà dei cittadini di Solagna che, con il referendum, hanno deciso di non aderire alla fusione e che quindi non saranno inclusi nella nuova amministrazione locale. Allo stesso modo, per Colbregonza e Pieve dei Berici, bocciati dal referendum di dicembre, ci sarà il passaggio di prassi in Consiglio regionale, ma senza l’approvazione della fusione”.

“Ribadiamo che la Regione continuerà ad essere vicina alle amministrazioni locali per seguirle in tutte le pratiche necessarie e – conclude Finco – aiutarle in questo delicato momento di transizione”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!