Un macellaio accoltella la compagna e scappa con la figlia di 6 anni

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Immagine d'archivio

Prosegue la caccia all’uomo iniziata ad Altavilla ieri sera e ormai senza frontiere. Un uomo, macellaio di professione originario della Campania, avrebbe accoltellato la compagna per poi fuggire con la figlia della coppia, una bambina di appena sei anni. Per la vittima, una 37enne di origine moldava ma residente nel comune dell’hinterland del capoluogo berico, scongiurato il pericolo di vita nonostante le condizioni di salute che permangono gravi. Giallo sul presunto rapimento della figlia, di cui si prende atto dal Giornale di Vicenza mentre le forze dell’ordine mantengono il massimo riserbo sulle indagini.

La certezza risiede al momento nella violenza perpetrata ai danni della donna, atto che potrebbe configurare il reato di tentato omicidio. Uscita sanguinante dall’abitazione della frazione Tavernelle, lungo la trafficata Strada Statale 11, la vittima delle pugnalata avrebbe implorato soccorso in strada attirando l’attenzione di alcuni automobilisti in transito. Ricoverata al S. Bortolo di Vicenza in seguito all’intervento sul posto di un’ambulanza del Suem, dopo le prime cure è stata dichiarata non in pericolo di vita. Dieci le coltellate inferte, di cui una ha interessato un polmone e poteva rivelarsi letale.

Caccia all’uomo dalla serata di ieri, con posti di blocco e forze dell’ordine allertate su scala nazionale.

Notizia in aggiornamento

Ascolta il Radiogiornale di oggi!