Alberto Race 2018: tutti in corsa per la ricerca. La leucemia l’avversario da battere

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'immagine delle scorse edizioni (da gruppo facebook ufficiale)

Si corre per la vita. Per Alberto, per la Città della Speranza e per l’Ail, l’associazione italiana contro le leucemie. Si corre in tanti, in centinaia, lungo le strade di Dueville. Non per arrivare primi o battere un record, ma per tagliare il traguardo della solidarietà. Sesta edizione dell’Alberto Race venerdì 31 agosto, con partenza dal centrale parco Baden Powell e via a sgranchirsi le gambe e testare muscoli e fiato per 7.600 metri. E che si marci “al trotto o al galoppo” poco importa, a vincere sarà il ricordo vivo di Alberto a cui è dedicata la manifestazione e la raccolta fondi da devolvere agli enti benefici che aiutano i bambini afflitti da terribili e ingiusti mali. Gli unici “avversari” davvero da battere.

Appuntamento con la generosità abbinata al divertimento sulla linea di partenza alle 19.35 di venerdì, attenzione però all’aperitivo della grande corsa non competitiva, perchè ad aprire la serata di festa ci sarà una baby-run per i più piccoli (ore 18.30). Con 300 metri da percorrere in allegria e spensieratezza a simbolo della gioia che ogni bimbo dovrebbe portare nel cuore e riflettere nel viso. Al termine delle due kermesse junior e senior, con apertura e invito a tutti, non solo ad atleti e in generale agli sportivi abituali, anche una cena solidale e una sottoscrizione a premi. L’intero ricavato sarà devoluto alla ricerca contro le neoplasie pediatriche e al reparto di oncoematologia pediatrica del Policlinico di Padova. Nel 2017 furono ben 600 i partecipanti.

Stasera alle 20.30, presso l’oratorio duevillese di S. Maria, la presentazione ufficiale dell’evento ludico, sportivo e solidale, con la presenza attiva di tante associazioni coinvolte. Oltre a tutte le “dritte” per le iscrizioni, sarà illustrata la storia dell'”Alberto Race”, sorta nel 2013 per onorare la memoria di un bambino, Alberto Gasparotto, nel 2006 strappato alla vita dalla malattia ad appena 4 anni e per contribuire a rilanciarne la lotta attraverso il sostegno e la ricerca. Il papà Edoardo, appassionato di sport, che lavora in ambito sanitario e attualmente consigliere comunale proprio a Dueville, è stato l’ideatore dell’iniziativa che per il sesto anno consecutivo prenderà il via e vita coinvolgendo centinaia di persone.

Per informazioni e iscrizioni (si potrà partecipare ritirando il kit anche il giorno della gara dalle 17.30 alle 19.15): albertorace2018@gmail.com

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!