Presidio fisso della polizia locale in Campo Marzo: scattato il primo intervento

Primo intervento stamane in Campo Marzo a Vicenza per il presidio fisso della polizia locale, voluto dal sindaco Francesco Rucco. Due tunisini sono stati multati per bivacco, uno dei due è stato anche denunciato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Una pattuglia con due agenti della polizia locale infatti, da venerdì scorso è stabilmente presente a Campo Marzo, dalle 8 alle 20, in rafforzamento a quelle esistenti, pronta ad intervenire in caso di necessità. Il servizio sarà garantito dal lunedì al venerdì, inizialmente in via sperimentale per tre settimane, in concomitanza con la Festa dei Oto dell’8 settembre, e si coordinerà con polizia, carabinieri ed esercito.

Questa mattina, alle 8.20, gli agenti della polizia locale del presidio fisso, hanno sorpreso i due stranieri mentre bivaccavano sotto un albero. Alla richiesta di dichiarare le proprie generalità, uno dei due tunisini – B.L.B., di 30 anni – dopo aver fornito in maniera incerta i propri dati, tanto da indurre il sospetto che fossero falsi, si è dato alla fuga. Gli agenti della polizia locale lo hanno, quindi, rincorso e raggiunto in contra’ Mure Pallamaio, all’interno di una proprietà privata. Il tunisino ha reagito con spinte, tentando di liberarsi dalla presa degli agenti, ma è stato immediatamente bloccato e ammanettato.

È stato accompagnato, quindi, all’interno del comando di polizia locale dove sono stati rilevati numerosi precedenti a suo carico. Oltre alla sanzione di 50 euro ai sensi dell’art. 5 del regolamento di polizia urbana, il tunisino è stato denunciato per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!