Moto d’epoca sul nastro di partenza: inizia la Vicenza – Budapest – Vicenza

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Alcune delle moto che partecipano alla gara (foto tratta dalla pagina Facebook Vicenza Budapest)

Cinque giorni in sella a imponenti moto Guzzi, Ducati, Laverda, Bmw, Cagiva, Suzuki e Kawasaki, tutte d’epoca, per raggiungere il cuore dell’Europa e tornare nella città di Palladio. La regata è alla terza edizione ed è partita stamattina da Monte Berico.

Il raid internazionale per moto d’epoca è organizzato dall’associazione Vicenza – Budapest. Patrocinata da Comune di Vicenza, Regione e Ipa (International Police Association) la gara attraverserà Slovenia, Ungheria, Austria e ovviamente Italia. La manifestazione vedrà i motociclisti attraversare un percorso complessivo di 1800 chilometri, accolti nelle variee tappe da appuntamenti folkloristi e gastronomici. Tra i 50 iscritti a questa edizione ci sono piloti austriaci, tedeschi, svizzeri e belgi, oltre a italiani provenienti da Milano, Pavia, Imola, Venezia, Treviso e naturalmente Vicenza.

Stamattina i piloti sono partiti dal piazzale della Vittoria di Monte Berico, dopo la benedizione del priore della basilica. L’arrivo è in programma per sabato alle 17: in parata, preceduti dalla banda musicale e dalle majorette di Dueville, dall’auto storica della polizia locale di Vicenza e dagli agenti in motocicletta, i piloti attraverseranno il centro città fino in contra’ Garibaldi, dove sono previsti lo schieramento delle spettacolari moto d’epoca e le premiazioni.

Il vincitore della competizione riceverà la coppa dalle mani del ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, madrina della manifestazione e lei stessa appassionata di moto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!