Poliziotti vicentini sgomenti per i fatti in questura a Trieste, guidata dall’ex Petronzi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
I quattro protagonisti della rissa sono finiti in questura a Vicenza

Sgomento anche in Questura a Vicenza per l’uccisione di due agenti nella sede della Polizia di Stato di Trieste. I poliziotti sono attoniti e il questore Bruno Failla, a nome anche di tutto il personale della Polizia di Stato in servizio nella provincia di Vicenza, ha espresso “il più sincero e sentito ringraziamento a tutti i cittadini che si sono uniti al dolore degli appartenenti alla Polizia di Stato per i tragici fatti di Trieste”.

“I fiori e gli innumerevoli messaggi di cordoglio giunti agli uffici Polizia ed a quelli pervenuti ai singoli operatori – commenta il Questore in una nota – dimostrano, anche in questa tragica situazione, il forte legame tra le donne e gli uomini della Polizia di Stato e la cittadinanza, a tutela della quale, quotidianamente, i poliziotti rivolgono il proprio servizio sino all’estremo sacrificio. Ci uniamo tutti al dolore delle famiglie dell’agente scelto Pierluigi Rotta e dell’agente Matteo Demenego, morti in servizio, nell’adempimento del proprio dovere”.

E’ forte il legame fra la Questura di Vicenza e quella di Trieste: il Questore triestino è infatti Giuseppe Petronzi, che ha diretto la questura di Vicenza fino al gennaio scorso. “E’ un dolore enorme” ha affermato Petronzi parlando questa mattina con i giornalisti.