Sicurezza, degrado e criminalità: quasi cento controlli in due mesi nel capoluogo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Rucco con il comandate Rosini

Lotta al degrado senza quartiere, proprio nei quartieri del capoluogo berico. Il sindaco di Vicenza Francesco Rucco sciorina nuovi dati riguardo ai controlli di sicurezza urbana effettuati a partire dal suo mandato alla guida della città: 98 gli interventi portati a termine dalla polizia locale, in particolare tra le vie Allende, Gandhi, Adenauer e Farini e Campo Marzo. In un quinto circa di queste “spedizioni” di agenti di polizia locale si è provveduto ad identificare persone, allontanare individui irregolari e denunciare vari atti illeciti, dal possesso di droga al consumo di bevande alcoliche passando per ogni genere di reati cosiddetti “minori”.

“Grazie a questi controlli quasi quotidiani – spiega il primo cittadino neoletto – è stata recuperata droga, sono state sanzionate persone che consumavano alcol nelle aree verdi, sono stati identificati stranieri senza fissa dimora, sono stati attivati interventi di pulizia. Il degrado non si sconfigge in due mesi. Per risultati duraturi ci vorrà tempo. Ma il nostro impegno è massimo e questo tema rappresenta la nostra priorità”.

Alla notizia dell’ennesima operazione compiuta dalla polizia locale lungo il viale pedonale
di via Allende (un ventenne del Gambia senza fissa dimora denunciato ieri pomeriggio per
resistenza e detenzione di un involucro di marijuana che nascondeva negli slip), il sindaco
Francesco Rucco ha voluto fare il punto della situazione direttamente sui luoghi dei
controlli, incontrando anche i residenti e raccogliendo le loro segnalazioni. Al sopralluogo
ha partecipato anche il consigliere comunale Nicolò Naclerio. Ringraziando gli agenti per la preziosa attività, il sindaco ha descritto in che modo l’amministrazione comunale intende procedere, all’interno delle sue competenze e confidando nell’ indispensabile collaborazione delle altre forze di polizia.

Un investimento di 70 mila euro da destinare alla sicurezza pubblica è stato deliberato nei giorni scorsi, con l’installazione di due nuove telecamere di videosorveglianza in via Allende e via Gandhi. Previsto anche il potenziamento del posto di polizia di zona con nuovi agenti. Non solo controlli, comunque, ma anche attenzione al decoro a braccetto con l’esigenza di sicurezza, attraverso interventi specifici di potatura delle piante, in modo che le fronde non ostacolino l’illuminazione pubblica.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!