Tentativo di furto in abitazione con inseguimento: preso uno dei due ladri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il ramo usato per minacciare il proprietario dellabitazione e, nel riquadro, Costantin Rupa

Tentativo di furto con inseguimento in bicicletta ieri sera a Vicenza, conclusosi – grazie al coraggio di un cittadino e all’intervento delle volanti della polizia – con l’arresto di un romeno senza fissa dimora in Italia.

Il movimentato episodio inizia verso le 19,45 di ieri, quando al 113 giunge la telefonata di una pensionata settantenne che abita con il figlio in viale Ferrarin in un rustico e che nel rientrare a casa si trova nell’entrata di casa due energumeni che stanno tentanto un furto. La donna inizia ad urlare e i due scappano. Il figlio, esce di casa e vedendoli fuggire si lancia all’inseguimento della coppia di ladri, mentre la madre avverte la centrale della polizia. I ladri fuggono in un campo ma, visto che il vicentino non demorde, prendono un ramo da un albero e iniziano a farlo roteare come una sciabola: non riescono a colpire l’uomo ma però recuperano qualche secondo prezioso, che consente loro di inforcare le bici e dividersi: uno prosegue dritto verso le piscine, l’altro cerca di raggiungere viale Diaz. Cosa che, però, fa anche il coraggioso padrone di casa.

Nel frattempo, una volante arriva in zona e incrocia una delle due bici alla rotatoria. Il fuggitivo che si sta inoltrando in viale Diaz viene inseguito e fermato dagli agenti all’altezza del distributore della Esso, dove trafelato arriva anche il padrone di casa in bicicletta, che racconta quanto accaduto. Il malvivente viene arrestato in flagranza di reato e accusato di minacce e tentato furto.

Stamane in Tribunale l’uomo – Costantin Rupa, di 23 anni, pregiudicato – è stato rinviato a giudizio per direttissima, con udienza fissata per ottobre. Nel frattempo è stato rimesso in libertà con divieto di dimorare in Veneto.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!