La chiesa dei frati brucia ancora. Il Comune: “Tenere porte e finestre chiuse”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
I vigili del fuoco al lavoro per spegnere l'incendio alla Pieve di Chiampo

Non si placa il furioso incendio che ieri mattina ha avvolto la nuova chiesa dei frati di Chiampo, costruita vicino alla grotta con la statua della Madonna di Lourdes. E, mentre i vigili del fuoco sono al lavoro per spegnere le fiamme che hanno divorato la copertura del santuario, il Comune ha avuto i primi risultati delle analisi dell’aria.

Il municipio retto dal sindaco Matteo Macilotti “raccomanda di tenere chiuse le finestre quanto possibile, di evitare attività sportiva all’aperto e, per un raggio di 2 chilometri, di consumare la frutta e la verdura dell’orto solo dopo averla lavata benissimo“.

Macilotti ieri sera, al termine di una giornata molto dura e triste per i frati che gestiscono e si prendono cura delle strutture della Pieve, ha lasciato su Facebook un ringraziamento e una riflessione: “Mi sento di dire un grande grazie ai meravigliosi vigili del fuoco che stanno lavorando incessantemente sotto il caldo e il fumo, alla protezione civile Ana e alla protezione civile Anc, nonché alla Sogit per il costante supporto. Stasera non ci resta che stringerci attorno ai nostri amati frati, mentre da domani inizieremo a pensare a come ripristinare la nostra chiesa. Tutto è possibile, non sarà certo un incendio a spegnere la nostra fede e a farci perdere la nostra speranza. Una comunità si misura nelle difficoltà. Ci rimboccheremo insieme le maniche e, così come è stata costruita con l’aiuto di molti, così la ripristineremo con l’aiuto di tutti. Forza, perché nulla è perduto finché la fede sarà con noi”.

 

Ascolta il Radiogiornale di oggi!