Gira con un cappio, una pistola e un coltello in auto: ricoverato in Psichiatria

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
L'auto dei carabinieri, le armi e il cappio sequestrato

Gira con un cappio, una pistola e un coltello dentro l’auto, minaccia di morte la moglie e se ne va. I carabinieri lo rintracciano e lo bloccano, l’uomo manifesta squilibri mentali: ora è ricoverato in Psichiatria al San Bassiano.

L’episodio è avvenuto domenica all’ora di pranzo a Lusiana. Un 54enne del posto verso quell’ora ha iniziato a litigare con la moglie, per concludere minacciandola di morte: poi se ne è andato a bordo della propria auto. Una vicina ha chiamato i carabinieri, spaventata per l’accaduto: una volta sul posto la pattuglia di Lusiana ha interrogato la moglie dell’uomo, che ha confermato l’accaduto in stato di choc. Il racconto della donna ha allarmato i militari: è emerso che l’uomo era da tempo in uno stato confusionale e depressivo, e andava in giro vantando il possesso di una pistola rinvenuta chissà dove. L’allerta è stata immediata, i carabinieri hanno inviato rinforzi, pattuglie del radiomobile e della stazione di Nove, alla ricerca del lusianese. Verso le 15.30 i militari hanno visto la sua auto a Vitarolo, davanti alla trattoria Al Colonnello. L’uomo è stato bloccato all’interno, la sua auto perquisita. Dentro c’erano un revolver carico e funzionante, un coltello ed una corda annodata a forma di cappio. L’uomo non voleva parlare con i militari, manifestava aggressività e un linguaggio sconnesso. Il che ha spinto i carabinieri a far intervenire un’ambulanza: è stato ricoverato in Psichiatria all’ospedale di Bassano. E’ tutt’ora ricoverato: in casa nel frattempo sono state trovate diverse baionette del primo conflitto mondiale ed una carabina ad aria compressa. Tutto è stato sequestrato, preventivamente.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!