Stava per lanciarsi dal “ponte dei suicidi”. Lo salvano i carabinieri

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto da Mapio.net

Rischiava di allungarsi ancora la terribile lista di persone che hanno deciso di buttarsi dal “ponte dei suicidi” di Roana.
Ieri sera infatti i carabinieri di Canove a seguito di una segnalazione si sono recati al noto ponte, incontrando un uomo deciso a farla finita. Dopo aver a lungo parlato col 33enne seduto sul parapetto i militari sono però riusciti a farlo desistere, salvandogli la vita.

La chiamata alla stazione dei carabinieri di Canove è arrivata nella tarda serata di ieri da un cittadino che, passando sul ponte, aveva notato un individuo pericolosamente seduto sulla recinzione. Immediatamente i militari, conoscendo la fama del ponte, si sono recati sul luogo, tristemente conosciuto come meta di tanti episodi di suicidio. Arrivati sul posto i carabinieri hanno identificato l’uomo, un 33enne residente nell’Alto Vicentino. Visibilmente scosso, l’individuo ha confidato ai militari di voler farla finita gettandosi dagli 80 metri di altezza del ponte di cemento.

Tuttavia dopo avergli parlato i carabinieri sono riusciti a fargli cambiare idea, facendolo scendere dal parapetto.
Dopo averlo tranquillizzato lo hanno condotto all’ospedale di Santorso, dove è stato affidato alle cure del reparto di psichiatria, scoprendo che l’uomo era già seguito a causa di una forte depressione.