Anche Valdagno vieta i botti di capodanno

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Come già fatto dalla città di Schio nei giorni scorsi anche Valdagno ha deciso di vietare i tanto amati botti di Capodanno. Con un’ordinanza infatti il Sindaco Giancarlo Acerbi ha imposto il divieto di esplodere petard e botti nel centro e a 300 metri dai luoghi sensibili.

L’ordinanza del Sindaco sarà in vigore dale 22 del 31 dicembre fino alle 10 del primo gennaio, giusto il tempo per evitare i tradizionali botti. Un provvedimento preso in primis per tutelare le fasce più anziane della popolazione, ma anche “il benessere degli animali domestici e selvatici – ha spiegato Acerbi – va considerato inoltre l’alto rischio di incendi dovuto alla particolare siccità di questo periodo, come già segnalato anche da Regione e Provincia.”

L’utilizzo non sarà consentito in tutto il centro urbano ed entro una distanza pari a 300 m da siti sensibili quali ospedali, case di riposo, allevamenti. Per i trasgressori potranno scattare le sanzioni da un minimo di 25 euro e fino a 500 euro.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!