Il corpo umano, la macchina perfetta: alla mostra Oltre l’Uomo quattro organi di Real Bodies

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Alla mostra “Oltre l’Uomo: da Leonardo alle Biotecnologie” aperta da poco a Schio al Lanificio Conte questo pomeriggio è stata svelata al pubblico una teca in vetro contenente organi umani provenienti dalla mostra americana Real Bodies, attualmente a Milano, dove ha registrato in pochi mesi oltre 150mila visitatori.

Real Bodies è una mostra itinerante che presenta veri e propri corpi umani e che ha visto code chilometriche agli ingressi anche nelle recenti edizioni di Jesolo e Lisbona, per un totale complessivo di circa 400 mila visitatori.

Grazie alla concessionaria Venice Exhibition, alla mostra di Schio saranno visibili dal 4 febbraio al 2 maggio quattro prestiti dalla tappa di Milano: una mano, un piede, un cervello e un cuore umani. Per i visitatori della mostra scledense, dedicata all’ingegno umano da Leonardo alle biotecnologie, sarà un viaggio ancor più affascinante alla scoperta di una straordinaria macchina che tutti possediamo e pensiamo di conoscere: il corpo umano. “Poter osservare da vicino questi organi sarà come sfogliare un’enciclopedia di anatomia dal vivo, per capire davvero come funzionano, quanto grandi sono e come sono fatti” spiegano gli organizzatori del Gruppo Pleiadi.

Gli organi umani esposti a Oltre l’Uomo hanno subito la tecnica della polimerizzazione o plastinazione, inventata e brevettata dall’anatomopatologo tedesco Gunther von Hagens alla fine degli anni Settanta. Si tratta di un procedimento complesso, costoso e delicato che richiede oltre mille ore di lavoro e circa 50mila euro per ogni corpo intero. Questa metodologia porta alla completa sostituzione dei fluidi corporei con dei siliconi, bloccando per sempre la decomposizione. Trattandosi di organi reali Body Worlds gestisce e organizza un programma di donazione degli stessi con regole molto severe. Possono aderire solamente persone che autorizzano a donare il proprio corpo all’organizzazione che lo userà poi per realizzare gli esemplari esposti in mostra. Ad oggi sono oltre 10mila gli iscritti viventi che hanno dichiarato di voler donare il proprio corpo alla scienza!

A Oltre l’Uomo particolare attenzione è data non solo ai visitatori che potranno prenotare delle visite guidate e partecipare ad eventi e serate a tema (info@distrettoscienza.it – 388/5996195), ma anche alle scuole dalla primaria alla secondaria di secondo grado che, oltre alla visita guidata, potranno iscriversi a uno speciale laboratorio sperimentale e interattivo dedicato all’anatomia (eventi@gruppopleiadi.it – 3895996105). In analogia con le tematiche della mostra il corpo umano viene paragonato a una vera e propria macchina fisica: il cuore lavora come una pompa meccanica, i reni sono dei veri e propri filtri, l’occhio funziona come una macchina fotografica e il cervello è un computer molto complesso.

La mostra è aperta al Lanificio Conte_Shed di Schio, da martedì a venerdì dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 19.30. In occasione delle vacanze di Carnevale, dal 27 febbraio al 1° marzo, è aperta tutti i giorni con orario continuato dalle 10 alle 19.30.

Info sul sito distrettoscienza.it e sulla pagina Facebook OltrelUomo.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!