Crack BPVi, il 26 novembre a Vicenza confronto “per guardare in faccia il disastro”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un'azionista manifesta davanti alla banca

“Un momento nel quale gli enti locali, il Governo, la Regione e, mi auguro, anche la Banca, s’incontreranno per guardare in faccia il disastro economico, sociale, imprenditoriale che ha impoverito i cittadini e che sta portando grandissima preoccupazione tra i dipendenti. Un incontro alla luce della verità, per quanto cruda essa sia. Ma anche il momento per cominciare a tracciare una strada”.

Così il sindaco Achille Variati ha descritto l’incontro pubblico che Comune , Provincia e Camera di Commercio hanno organizzato per sabato 26 novembre alle 9.45 al teatro comunale sugli aspetti critici finanziari, economici, sociali e giuridici della vicenda di Banca Popolare di Vicenza.

“A mesi di distanza – ha precisato il sindaco – dalla grave criticità che si è creata, tenendo presente che oltre il 30 per centodei soci è residente nel Vicentino e il 56 per cento nel Veneto, ci sembrava giusto riflettere su cosa si stia facendo, dove si stia andando, quali prospettive concrete e realistiche ci siano. L’impatto sul territorio è stato durissimo. Sappiamo bene che la situazione attuale è molto complessa, con 117 mila azionisti che hanno perso i risparmi e si chiedono come e quando potranno recuperare qualcosa, e 5 mila dipendenti che guardano con grande preoccupazione al loro futuro, sapendo che gli ammortizzatori sociali oggi normati non possono far fronte ai tagli prospettati. C’è inoltre il tema più generale del futuro di una banca profondamente radicata nel territorio, e della sua possibilità di continuare ad essere al servizio di un’economia tutt’altro che provinciale, che rappresenta anzi un sistema potente da cui dipende il futuro sviluppo dell’intero Paese”.

Di tutto questo oltre al sindaco e presidente della Provincia di Vicenza Achille Variati parleranno il presidente di Camera di Commercio Paolo Mariani, il sindaco di Prato Matteo Biffoni e il sindaco di Udine Furio Honsell (presenza da confermare).
Il Governo sarà rappresentato dal sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta, mentre per la Regione interverrà, delegata dal presidente Luca Zaia, l’assessore ai servizi sociali Manuela Lanzarin.

Sono inoltre previsti i contributi del docente di economia degli intermediari finanziari Francesco Zen, del giornalista e scrittore Francesco Jori, del giornalista economico Stefano Righi e del presidente dell’associazione nazionale degli azionisti BPV Renato Bertelle.

Anche i nuovi vertici della Banca Popolare di Vicenza sono stati invitati a partecipare.

Al termine degli interventi sarà dato spazio ai contributi del pubblico con l’obiettivo di raccogliere tesi, testimonianze, domande e cominciare infine a fare il punto sulle prospettive previste dal Governo, dalla Regione, dagli enti locali e dal nuovo CdA della stessa Banca.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!