Onorando Tina Anselmi e le Staffette Partigiane il Brocchi vince il concorso Sulle vie della parità

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Un momento della cerimonia al ministero dell'Istruzione a Roma

Un altro “primo posto” per il liceo Brocchi di Bassano che, dopo tante vittorie in competizioni specialistiche da parte di alcuni studenti, ora si aggiudica un premio collettivo. Si tratta del concorso “Sulle vie della parità”, indetto da Toponomastica femminile e sostenuto da Fnism, finalizzato a riscoprire e valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società.

Venerdì scorso nella sede del ministero dell’Istruzione a Roma è stato assegnato il primo premio di “Sulle vie della parità” al Brocchi, in quanto è riuscito a  “promuovere azioni inclusive per porre rimedio al gap di genere che vuole la memoria delle donne ingiustamente cancellata dai luoghi pubblici”.

Il dirigente scolastico del liceo bassanese ricorda i progetti che hanno valso alla scuola il primo posto: “Nella giornata dell’8 marzo il nostro liceo ha intitolato il Centro Lettura di Villa Fanzago alla figura di Tina Anselmi – spiega Gianni Zen –  alunna del corso magistrale all’allora Istituto Sacro Cuore, partigiana, sindacalista, deputata, prima ministra della Repubblica Italiana, la cui vicenda biografica e politica si intreccia con la sede del nostro liceo, la città di Bassano e le vicende dell’Italia. Il 25 aprile, poi, il Comune di Bassano su proposta del nostro liceo e in continuità con la precedente intitolazione a Tina Anselmi, ha dedicato la pista ciclabile cittadina del Centro Studi alle Staffette Partigiane, in memoria delle tante ragazze e donne che, come Tina Anselmi, hanno contribuito alla rinascita civile e morale dell’Italia macinando chilometri sulle loro biciclette”.

Il progetto è stato realizzato dagli studenti della classe 4BC classico e 3 BES economico sociale, con la collaborazione del liceo Fabris di Nove e la partecipazione del Comune di Bassano.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!