Vicenza da cardiopalma. Battuto allo scadere il Pisa

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Vicenza Calcio ieri sera ha portato a casa tre punti pesantissimi in chiave salvezza, battendo una diretta concorrente come il Pisa. 2-1 il punteggio in favore dei biancorossi di mister Bisoli, che grazie anche un pubblico strepitoso (quasi 10mila al Menti) hanno avuto la meglio dei toscani proprio allo scadere di una partita rocambolesca, sotto di un uomo e di un gol fino all’85esimo minuto.

Si è fatto decisamente un bel regalo il Vicenza per il suo 115° compleanno, festeggiato giusto pochi giorni fa. Storia gloriosa che poco ha a che fare con l’ultimo decennio biancorosso, passato a galleggiare tra la cadetteria e le leghe inferiori, con tanti scontri-salvezza al cardiopalma come quello andato in scena ieri sera tra le mura amiche del Romeo Menti. Avversario di turno il Pisa allenato da Gennaro Gattuso, infognato al pari dei biancorossi nelle zone basse della classifica.

Vicenza che arrivava da un periodo negativo a dir poco. Nessuna vittoria nelle ultime nove partite, con l’ultima datata addirittura 24 dicembre 2016. Mister Bisoli in settimana aveva chiamato a raccolta i tifosi per la “battaglia” col Pisa, supportato dalla società che ha attivato una speciale promozione, con biglietti a 7 euro. I proclami sono serviti, dato che in quasi diecimila hanno gremito gli spalti del Menti, un pubblico che non si vedeva da diversi mesi.

La partita è scivolata via senza particolari scosse fino al 55’ del secondo tempo. Pisa arrendevole, venuto con il chiaro intento di portare a casa un punticino, e Vicenza spuntato davanti. A far girare la partita è stata l’espulsione del vicentino Orlando al 10’ della ripresa. Episodio che ha bloccato per qualche minuto il Lanerossi, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo quantomeno dubbio ha subito il gran gol dell’attaccante pisano Manaj, appena entrato.

Il gol subito tuttavia ha dato una scossa ai biancorossi, che hanno iniziato a macinare gioco e occasioni, quasi liberati di un peso. Grazie all’inserimento di Ebagua in avanti il Vicenza si è reso pericoloso in diverse occasioni, fino a pareggiare all’86°. Cross di Zaccardo dalla fascia e spizzata di testa dell’attaccante color ebano, che ha pareggiato i conti. Da lì si è sviluppato un vero e proprio assalto biancorosso durato dieci minuti, fino al decisivo episodio. Al 92’ il biancorosso De Luca viene steso in area e l’arbitro Abisso concedere il penalty. Sul dischetto si presenta Francesco Urso, che nel silenzio irreale del Menti raccolto in preghiera segna con una forte botta al centro, regalando tre meritati punti e soprattutto ossigeno al Vicenza.

La classifica ora è un po’ meno critica, ma i playout sono solo due punti sotto. Tuttavia, come detto anche dal tecnico Bisoli a fine gara, questa squadra sembra aver le carte in regola per regalarsi una salvezza tranquilla, anche in virtù dei tanti scontri diretti ancora da giocare.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!