Ponte degli Alpini, via libera ai lavori di somma urgenza per scongiurarne il crollo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Il Ponte Vecchio a Bassano del Grappa con i lavori in corso

Il Ponte Vecchio di Bassano è sempre più “malato”, tanto che il Comune deve correre ai ripari e far partire al più presto dei lavori alle stilate 3 e 4.

Così, la giunta guidata dal sindaco Riccardo Poletto, su richiesta dei tecnici, ha approvato una delibera relativa ai lavori di somma urgenza e alla puntellazione delle stilate 3 e 4, e il progetto esecutivo redatto dall’ingegnere Gianmaria De Stavola che prevede un impegno di spesa complessivo (soggetto a ribasso d’asta) di 323.500 euro, di cui quasi 294mila per lavori e poco meno di 30mila euro per somme a disposizione dell’amministrazione, tra quanto già destinato al progetto di restauro.

La decisione segue la delibera dello scorso 21 agosto, con la quale si era preso atto dello stato di degrado in cui versano le strutture del Ponte degli Alpini, evidenziato da una preoccupante accelerazione dei movimenti misurati sulle stilate 3 e 4 negli ultimi mesi, disponendo di procedere con ulteriori valutazioni sulla possibilità di realizzare interventi prima dell’arrivo della stagione idrologica autunnale, e che tiene conto delle valutazioni del responsabile del procedimento.

Il Comune fa sapere che “se il contratto di appalto dei lavori di consolidamento del Ponte degli Alpini, recentemente risolto in danno dell’impresa, fosse stato eseguito regolarmente nel rispetto dei tempi previsti, le strutture portanti del Ponte sarebbero alla data attuale già state restaurate e non sarebbero ora fortemente ed ulteriormente deteriorate, al punto da dover eseguire lavori di somma urgenza per scongiurare il crollo dello stesso nella prossima stagione autunnale, non avendo l’appaltatore prodotto alcuna delle opere di restauro e consolidamento sull’opera fino alla data di risoluzione del contratto per inadempimento”.

Trattandosi di lavori di somma urgenza, il loro inizio avverrà nel più breve tempo possibile e potrà generare disagio tra i residenti e i commercianti della zona di Angarano, a causa di possibili chiusure del ponte. “L’amministrazione comunale è in ogni caso impegnata per ridurre i disagi al minimo – si legge in una nota -, ma ogni tipo di scelta dovrà tenere conto dell’importanza prioritaria della sicurezza delle persone e del ponte stesso”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!