Va in Thailandia e torna con la febbre Dengue: ora al via una disinfestazione

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’Ulss 7 e il Comune di Rossano Veneto hanno disposto un’attività antizanzare straordinaria nella zona di via Bachelet, dove risiede la persona che ha sviluppato la Dengue. Intanto il paziente è seguito dal dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria.

A rendere noto l’intervento straordinario è stata la stessa Ulss. Il soggetto malato è un viaggiatore che ha soggiornato per qualche tempo in Thailandia. Quando è tornato a Rossano, ha sviluppato i sintomi della malattia: “La Dengue – spiegano dall’Ulss – si manifesta dopo pochi giorni di incubazione ad inizio brusco con sintomi simil-influenzali quali: febbre, cefalea, nausea, vomito e dolori ai muscoli e alla articolazioni, dolori localizzati dietro agli occhi”. E’ una malattia esotica dovuta ad un virus trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, in particolare le zanzare tigre che sono ampiamente diffuse anche nel nostro Paese.

Dall’azienda sanitaria si invita a evitare gli allarmismi: “La malattia ha decorso benigno, le complicazioni sono rare. Tende a risolversi spontaneamente”. Considerato però
Considerando che la malattia può diffondersi tramite la puntura di zanzare presenti nel nostro territorio “è necessario effettuare una disinfestazione nella zona – spiegano dall’Ulss – in modo da abbattere il numero di zanzare e ridurre al minimo la probabilità di trasmissione della malattia”.

Per questo motivo il sindaco Morena Martini adotterà una ordinanza per permettere le operazioni di disinfestazione per un raggio di circa 200 metri nella zona individuata (Via Bachelet). “E’ importante raccomandare a tutti – concludono dall’azienda sanitaria – anche a coloro che abitano al di fuori della zona individuata, le azioni preventive essenziali per contrastare la proliferazione di zanzara tigre: tenere vuoti i sottovasi evitando tutti i ristagni di acqua. Coprire con reti a maglia fini eventuali bidoni di raccolta di acqua piovana, trattare i tombini con prodotti larvicidi. L’uso di repellenti può essere utile per ridurre la probabilità di essere punti dalle zanzare. Si ricorda che la zanzara tigre punge di giorno.”

Ascolta il Radiogiornale di oggi!