Spaccio di cocaina: arrestati un dominicano e denunciati due etiopi

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

E’ stato un Halloween fruttuoso sul fronte della lotta allo spaccio di droga quello dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Bassano, che ha arrestato un 26enne di origini dominicane ma residente a Bassano: Urena Batista Francis Ariel.

Nel corso del monitoraggio del territorio una pattuglia in transito in via Carducci ha notato la presenza di alcuni personaggi noti nell’ambito del consumo di sostanze stupefacenti. A questo punto l’attenzione dei militari si è ancora più focalizzata su quanto stava avvenendo in zona, per capire le motivazioni di quella presenza. La risposta non si fa attendere: dal civico 25 è uscito infatti il giovane dominicano, che con fare circospetto si è rapidissimamente infilato qualcosa nella tasca dei pantaloni, non senza evidenti segni di nervosismo. I militari sono quindi intervenuti e lo hanno bloccato proprio mentre tentava di  disfarsi di un pacchetto. All’interno c’erano ben 50 grammi di cocaina, per un controvalore di almeno 2500 euro. Chiesto supporto ai colleghi di altre due pattuglie, i Carabinieri hanno quindi perquisito l’abitazione di Urena, trovando un vero e proprio bazaar dello spaccio di cocaina: abilmente occultati e suddivisi in vari punti della casa, i militari hanno infatti trovato altri 280 grammi di cocaina, oltre a quasi due etti di sostanza da taglio e cinquemila euro in contanti. Lo stupefacente, opportunamente tagliato, avrebbe potuto fruttare fino a 30 mila euro.

Urena Batista è stato quindi arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed portato alla casa circondariale di Vicenza a disposizione del Pm di turno, Gianni Pipeschi. L’udienza di convalida del fermo si tiene oggi.

Nella stessa operazione sono stati identificati e denunciati anche due etiopi che potrebbero essere i probabili acquirenti dello stupefacente.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!