Belgio, sparatoria a Liegi. Per i media: “Il Killer ha gridato Allah Akbar”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

In Belgio a Liegi due poliziotti e un passante sono morti durante una sparatoria. Secondo quanto riportano i media belgi, il killer è stato “neutralizzato”.

Secondo le prime ricostruzioni dei media online, il killer avrebbe aperto il fuoco contro due poliziotti verso le 10:30 in pieno centro, all’altezza del “Cafè des Augustins”, nell’omonima strada. Non è chiaro se fosse armato o se avesse sottratto la pistola a uno dei due poliziotti che lo avevano fermato per un controllo.

Dopo aver ucciso i due agenti, l’uomo si è poi diretto verso la scuola vicina, Leonie de Waha, entrando nel perimetro e prendendo in ostaggio una donna delle pulizie che lavora lì e che si trovava all’ingresso dell’edificio.

L’attentatore prima di essere neutralizzato dalla polizia avrebbe urlato “Allah Akbar” (Allah è grande). A scriverlo, in particolare, sono alcuni media come la Libre Belgique e la Derniére Heure, che citano fonti di polizia. Non ci sono tuttavia conferme ufficiali della circostanza.

Durante la sparatoria due agenti sarebbero rimasti feriti durante. La donna, invece, ne è uscita incolume.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!