Casi molestie. Weinstein si è consegnato alla polizia di New York

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

L’ex produttore cinematografico Harvey Weinstein accusato di molestie da oltre 80 donne si è consegnato alla Polizia di New York. Weinstein sarà incriminato con l’accusa di stupro di primo e terzo grado su due donne. Per Cnn Tv, la cauzione sarà fissata in 2 milioni di dollari.

L’uomo, ha poi lasciato in manette la stazione di Polizia di New York dove si era consegnato. Nella nota della Polizia dove si specificava l’incriminazione per Weinstein, si ringrazia anche “le coraggiose vittime per essersi fatte avanti e aver cercato giustizia“.di New York ringrazia “le coraggiose vittime per essersi fatte avanti e aver cercato giustizia”.

Il produttore è indagato per reati simili anche a Los Angeles e a Londra. Il suo avvocato di New York, Benjamin Brafman, non ha voluto commentare, nè confermare se il suo cliente avesse davvero intenzione di consegnarsi, limitandosi a dichiarare che Weinstein è in questo momento molto “solo e arrabbiato”.

L’accusa mossa contro Weinstein sarebbe legata alla denuncia presentata a suo tempo dall’attrice Lucia Evans, che ha raccontato ai giornali di essere stata violentata da Weinstein nel 2004, e ad un altro caso mai confessato ai media. Il rinvio a giudizio sarebbe il primo per il produttore, accusato di molestie da decine di donne. Weinstein ha finora negato ogni addebito, affermando di non aver mai fatto sesso non consensuale con nessuna donna.

Le indiscrezioni sula decisione di Weinstein di consegnarsi arrivano nel giorno in cui lo scandalo degli abusi sessuali coinvolge un altro pezzo grosso di Hollywood. Questa volta a finire nella bufera è il premio Oscar Morgan Freeman, una delle personalità più influenti della comunità afroamericana, accusato di molestie da 8 donne.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!