A Milano tentata violenza su una bimba di 6 anni: è caccia al pedofilo

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Raccapricciante episodio di violenza a Milano dove nel tardo pomeriggio di lunedì, in piena Chinatown, una bambina di sei anni è stata abusata in un portone ed è ora caccia al pedofilo. Il racconto, precisissimo, della minore ha fornito importanti riscontri agli uomini della squadra mobile. Le telecamere avrebbero ripreso la sequenza del tentativo di violenza impedito solo dalle urla della piccola che hanno fatto accorrere i residenti del palazzo.
Sul caso sta indagando il dipartimento della Procura milanese specializzato in violenze sessuali e sui minori. La piccola ha raccontato che l’uomo, uno sconosciuto, l’ha presa per una spalla e l’ha fatta entrare “in un portone, non di casa mia, ma in un palazzo vicino. E continuava a spingermi, fino a un cortile”. Il pedofilo avrebbe poi cercato di abusare di lei, sbottonandosi i pantaloni, prima di essere messo in fuga dall’arrivo di altre persone, attirate dalle urla della bambina.
Il racconto preciso e dettagliato della piccola vittima descrive l’aggressore come un uomo grande e grosso, di circa 40 anni, che indossava dei jeans e una maglietta blu. I dettagli hanno aiutato molto gli investigatori, che sarebbero vicinissimi al fermo del pedofilo e lo avrebbero già identificato, nonostante manchino riscontri biologici.
La bimba è stata infatti visitata alla  clinica Mangiagalli e l’esito ha per fortuna escluso che ci sia stato qualsiasi rapporto con l’uomo. Le telecamere in zona Sarpi hanno ripreso il momento in cui la vittima è stata spinta fin dentro il portone e la sua successiva fuga.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!