Allarme stupri in Italia, da nord a sud

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
In Italia è allarme stupri da nord al sud. Un nuovo episodio di tentata violenza sessuale si è registrato sulla spiaggia di Rimini, dove un marocchino di 34 anni è stato arrestato dai carabinieri per estorsione e stupro. L’uomo ha aggredito una coppia di 40enni di Parma fuori da un locale, intimando alla donna di seguirlo in spiaggia dopo averle rubato il cellulare. Le vittime erano ubriache, l’extracomunitario è stato arrestato il flagranza e non fa parte del branco di stupratori dei turisti polacchi. Il ragazzo parmense, che si era allontanato perché intimorito dalle minacce del giovane marocchino, ha pensato di chiamare il 112. L’operatore dei carabinieri ha cercato di capire l’esatta dinamica, a fatica a causa dello stato di ubriachezza dell’uomo che ha lanciato l’allarme. E’ stata quindi inviata una pattuglia sul posto mentre veniva localizzato il cellulare dell’uomo. La donna ha riportato alcuni lividi ed è stata accompagnata in ospedale. Il marocchino è stato accompagnato in carcere e denunciato per violenza sessuale ed estorsione perché avrebbe rubato il cellulare alla donna.
Nel Monzese una 17enne di origine marocchina, nata in Italia e residente in Brianza, è stata violentata all’interno del Palazzo del Mobile di Desio, nel Monzese. Lo stabile è da tempo abbandonato. La ragazza è stata aggredita martedì sera, poi è rientrata a casa e ha raccontato tutto ai familiari che l’hanno accompagnata a denunciare l’accaduto. I carabinieri hanno arrestato un marocchino di 22 anni, ritenuto l’autore dello stupro. Denunciate anche altre tre persone.
A Milano in pieno giorno invece una donna di 80 anni ha denunciato di essere stata violentata in una zona del Parco Nord. Dopo la violenza, che sarebbe stata commessa da un uomo che lei descrive come “probabilmente straniero” e che poi si è allontanato, l’anziana ha chiesto soccorso. La donna è stata portata inizialmente all’ospedale Niguarda, il più vicino, e poi trasferita alla clinica Mangiagalli specializzata nell’assistenza alle vittime di violenza sessuale, dove i medici avrebbero accertato lesioni compatibili con la violenza.
A Bologna un uomo di 28 anni di origine pakistana, senza fissa dimora e disoccupato, è stato arrestato per tentata violenza sessuale dai carabinieri di Bologna. E’ stato un automobilista, la scorsa notte verso le 2.30, a chiamare il 112 segnalando che in via Dozza, alla periferia della città, aveva visto nelle vicinanze di una siepe un uomo che stava schiaffeggiando una donna disperata e bloccata a terra.
Nel Salento infine, una 19enne è stata violentata in un villaggio vacanze a Taviano. Fermato un 27enne. Entrambi erano reduci da una serata in discoteca a Gallipoli. Il giovane peraltro ha rischiato il linciaggio da parte degli amici della ragazza, intervenuti immediatamente quando hanno saputo della violenza.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!