Migranti. Germania, Francia e Malta pronti ad accogliere ma Repubblica Ceca è contraria

Ancora in stallo la situazione per la nave Protector di Fontex e il pattugliatore Monte Sperone della guardia di finanza che sabato hanno soccorso un barcone con 450 migranti nei pressi dell’isola di Linosa. Al momento restano in rada a Pozzallo. Hanno viveri per 24 ore. Intanto dopo Francia e Malta, anche la Germania ha dichiarato che accetterà 50 profughi, anche se il governo italiano smentisce un’apertura all’accoglienza dei ‘secondary movement’ di Berlino.

I Paesi di Visegrad si schierano contro la politica della redistribuzione dei migranti chiesta dal premier italiano Giuseppe Conte con una lettera inviata ai 27 leader europei, prima fra tutti la Repubblica Ceca. “Ho ricevuto la lettera del premier italiano Giuseppe Conte – scrive il premier della Repubblica Ceca Andrej Babis su Twitter – in cui chiede all’Ue di occuparsi di una parte delle 450 persone ora in mare. Un tale approccio è la strada per l’inferno”. “Il nostro Paese – prosegue – non riceverà alcun migrante – l’unica soluzione alla crisi migratoria è il modello australiano, cioé non fare sbarcare i migranti in Europa”.

Nel frattempo il premier maltese scrive a Conte: ‘le Vostre accuse sono inaccettabili, abbiamo seguito le regole, confermiamo che prenderemo una quota dei migranti’. E due unità della ong spagnola Open Arms sono di nuovo sulla rotta per la Libia: ‘Anche se l’Italia chiude i porti non può mettere porte al mare’, dicono. Replica di Salvini: “Risparmiate tempo, fatica e denaro”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!