Pomezia: incendio in deposito plastica. Vigili del fuoco: “Non aprite le finestre”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Alle porte di Roma nella zona di Pomezia sulla via Pontina vecchia al chilometro 33, è divampato un rogo all’interno di EcoX, un deposito di plastiche, carta e altri materiali riciclati. A causa della combustione una grande nube di fumo nero si è innalzata nel cielo ed è visibile a diversi chilometri di distanza.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Roma e Pomezia che sono al lavoro dalle 8:30 con almeno dieci squadre con l’ausilio di carri schiuma e di un mezzo simile a quello usato negli aeroporti con liquido schiumogeno, oltre a elicotteri ed escavatrici.
 
Proprio i vigili comunicano: “al momento la densa colonna di fumo è sotto controllo: non ci sono persone ferite o intossicate e per ora fumo e fiamme non hanno coinvolto centri abitati”. Su Twitter i vigili del Fuoco hanno comunque invitato la popolazione a “non aprire le finestre delle abitazioni”.
Il sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha firmato un’ordinanza che dispone “ai cittadini residenti nelle zone circostanti l’origine dell’incendio per un raggio di due chilometri di mantenere la chiusura delle aperture delle abitazioni e delle attività commerciali, industriali e di servizi al fine di prevenire un possibile passaggio di inquinanti, compresi gli impianti di areazione forzata”.
Disposta inoltre “la chiusura nella giornata odierna delle scuole di ogni ordine e grado poste nel raggio di due chilometri dall’incendio (scuola materna ed elementare di Castagnetta, scuola materna ed elementare di Santa Procula, ndr)”.
Su Facebook sempre il primo cittadino ha invitato la cittadinanza a mantenere la calma e a rispettare le disposizioni prescritte.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!