Terremoto in Molise. Scossa più forte di 5.1 Lievi danni alle case. No feriti

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La terra è tornata a tremare in Molise. Dopo il terremoto di magnitudo 4,7 della vigilia di Ferragosto, alle 20:19 la terra è tornata a fare paura con una breve ma intensa ondata sussultoria: 5.1 la magnitudo. Fortunatamente nessun danno alle persone. Tanta è stata la paura ma nei fatti solo lievi danni agli edifici. La scossa è stata seguita da numerose altre minori, con una replica molto forte alle 22:22 di intensità 4.5. L’epicentro è a 4 km a sud est di Montecilfone, in provincia di Campobasso, a una profondità di 9 km.

Il sisma è stato avvertito anche nei paesi delle colline del Basso Molise di San Giacomo degli Schiavoni, Palata, Guardialfiera e Acquaviva, il comune di origine croata della provincia di Campobasso che fu l’epicentro della prima forte scossa, quella 4.2 del 25 aprile. L’Ingv ha rilevato che in tutto sono state 27 le scosse registrate in Molise nella serata di ieri, delle quali otto di magnitudo uguale o superiore a 2.5.

Molte le persone che si sono riversate in strada e hanno deciso di passare la notte all’interno delle automobili. Le scosse sono state avvertite anche a Roma, Bari e Napoli.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!