Violenza sulle donne: tre vittime e una ragazza picchiata selvaggiamente in poche ore

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Nel giro di poche ore tre donne sono state uccise dai propri compagni. E’ accaduto a Bari, Caserta e a Siena . In entrambi i casi sono stati fermati i presunti omicidi.
A Bari è stata uccisa a coltellate nella giornata di ieri Donata de Bello, di 48 anni, ma il corpo è stato trovato solo oggi avvolto in un tappeto, in un appartamento al primo piano di una palazzina in corso Sonnino. Per l’omicidio è stato fermato il compagno, Marco Basile, di 32 anni. Tra i due, a quanto pare, c’erano frequenti litigi. I fendenti sono stati sferrati con un coltello da cucina che è stato ritrovato dai carabinieri. Uno è stato mortale perché avrebbe reciso la giugulare. Il compagno fermato si è giustificato dicendo: “Si è ferita da sola” mentre lui la stava abbracciando per calmarla proprio durante un violento litigio e lei, che aveva in mano un coltello, si sarebbe ferita mortalmente.
Nel casertano il secondo episodio, dove un 61enne ha ucciso la compagna Maria Tino 49 anni, sparandole 3 colpi d’arma da fuoco a Dragoni. Lei aveva deciso di lasciarlo e lui per questo l’avrebbe uccisa in piazza, non lontano dalla loro abitazione. Il 61enne è stato arrestato dai carabinieri di Piedimonte Matese. La vittima, appena l’anno scorso, si era salvata dall’aggressione a coltellate dell’ex marito.
Nel senese invece un operaio di 56 anni ha aggredito a coltellate la moglie, il giorno prima dell’udienza fissata per la separazione. La donna, una romena di 42 anni, è morta nella notte per le gravi ferite riportate. E’ successo a Montepulciano, dove la vittima lavorava come badante per due anziane.
Infine in Sardegna il 25enne Riccardo Madau si è gettato da un cavalcavia vicino allo stadio Sant’Elia a Cagliari dopo aver picchiato selvaggiamente la fidanzata, la 26enne Manuela Picci di Assemini, ora ricoverata all’ospedale Brotzu in coma farmacologico. L’episodio, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto effettuata dalla Polizia, è avvenuto intorno alle 3 di notte.
Ascolta il Radiogiornale di oggi!