Elezioni: Stivan a Sandrigo, Castiglion a Sarego, Beltrame a Brendola e Fipponi a Val Liona

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Da sinistra in altro, in senso orario, Fipponi, Castiglion. Stivan, Beltrame

Urne chiuse anche a Sarego, Brendola, Sandrigo e nel nuovo Comune (frutto della fusione fra Grancona e San Germano) di Val Liona. I sindaci eletti sono rispettivamente il riconfermato Roberto Castiglion a Sarego, Bruno Beltrame a Brendola e Giuliano Stivan a Sandrigo, mentre a Val Liona è passato Fipponi con un solo voto di differenza.

A Sarego su 5184 elettori si è presentato il 59,25 per cento, in linea con la media provinciale del 58,95 per cento. Primo Comune d’Italia a eleggere un sindaco del Movimento 5 Stelle cinque anni fa, nel municipio dell’Ovest Vicentino si sfidavano il sindaco uscente Roberto Castiglion, Nadia Fochesato (comandante dei vigili di Malo, sostenuta da una civica con elementi di Lega Nord e Forza Italia) e Fabiola Ceretta della civica Nuova Sarego, lista vicina al Pd. Il grillino Castiglion viene riconfermato, con il 41,8% dei voti.

A Brendola su 5495 elettori ha votato il 65,13 per cento. Il Comune era commissariato da gennaio, da quando cioè era stato sfiduciato il due volte sindaco Renato Ceron. Ieri ai seggi i votanti potevano scegliere fra Barbara Tamiozzo con la civica Orizzonte Brendola (con anche Ceron in lista), Gaetano Rizzotto di Brendola Civica 2.0 e infine Bruno Beltrame di Uniti per Brendola. Il nuovo sindaco è proprio Beltrame, ha ottenuto il 35,6% per cento di preferenze. Di poche misure dietro, Barbara Tamiozzo col 34,2% e Rizzotto col 30%.

A Sandrigo su 6923 elettori ha votato il 47,89 per cento, con il calo più forte nei Comuni vicentini rispetto alle precedenti elezioni (nella tornata precedente l’affluenza era stata del 61 per cento). Si sono sfidati il sindaco uscente Giuliano Stivan e la sua civica Sandrigo Limpida con Diego Pozzato, candidato del Movimento 5 Stelle. Stivan è stato confermato con oltre l’81% delle preferenze.

Val Liona, Comune nato da pochi mesi, si è affacciato per la prima volta alle urne. La reazione degli elettori è stata forte, ha votato il 77,62 per cento dei 2521 aventi diritto. A contendersi la poltrona di sindaco erano Maurizio Fipponi, ex consigliere d’opposizione a Grancona, oltre al sindaco uscente di Grancona Antonio Lazzari. Il vincitore per pochi decimali è Maurizio Fipponi, con il 50.02%: un solo voto di differenza, ossia 961 contro 960.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!