Contro furti e spaccio i controlli di carabinieri, polizia locale e finanza: elevate multe, tre denunciati

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Non si ferma l’attività di controllo attraverso servizi coordinati da parte dei carabinieri di Schio, che ha visto il pattugliamento delle aree maggiormente sensibili sia in fatto di furti che dal punto di vista controllo di luoghi di aggregazioni notturni.

Questa notte sono stati impiegati complessivamente sedici militari con dieci pattuglie e baricentro operativo il territorio di Schio. Le operazioni hanno coinvolto anche due pattuglie della polizia locale scledense e un’unità cinofila della guardia di finanza di Vicenza che hanno collaborato con verifiche.

Particolare attenzione è stata rivolta, al controllo della rete stradale, nell’ottica soprattutto di prevenire e reprimere reati in genere, in virtù del fatto che un pressante controllo del territorio consente di “intercettare” soggetti che le forze dell’ordine tengono sott’occhio. In questo senso, l’attenzione dei carabinieri ha riguardato anche il controllo di persone sottoposte ad arresti domiciliari o a misure di prevenzione o sicurezza, in modo da accertare il rispetto degli obblighi imposti dalle rispettive prescrizioni della magistratura. Nel concreto, sono stati 13 i veicoli controllati e oltre 90 le persone identificate, contestando alcune violazioni amministrative.

I militari hanno anche controllato, ancora una volta, le zone dei bar Empire di via Lago di Garda a Schio e Civico7 di Santorso. In entrambi i locali, anche in questa occasione, sono state individuate diverse persone note alle forze dell’ordine per precedenti vicende sia giudiziarie che di polizia. Entrambi gli esercizi si sono inoltre visti elevare contravvenzioni per aver somministrato alcolici oltre l’orario consentito, ossia le tre.

Le operazioni della notte scorsa hanno portato infine alla denuncia di A.D. scledense di 22 anni, A.R. 21enne di Malo e G.N. 25enne di Dueville, ai quali sono stati trovati 15 grammi di marijuana e contanti per 750 euro in banconote di piccolo taglio, nonché l’occorrente per il confezionamento delle dosi.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!