Il sindaco scrive ai dipendenti del comune dopo il licenziamento del collega indagato

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

“Sbalordimento, amarezza e sdegno”. Ufficializzato il licenziamento del dipendente del comune di Thiene che si sarebbe intascato, per mesi, delle somme indebite dai contribuenti. All’indomani della dismissione dall’incarico dell’ora ex impiegato pubblico, il sindaco Giovanni Casarotto scrive un messaggio agli altri operatori degli uffici comunali. Se le indagini, intanto, vanno avanti per la loro strada, il vertice dell’amministrazione locale rinnova la stima e rafforza gli stimoli nei confronti di chi, con “professionalità ed impegno” svolge un servizio importante per la cittadinanza.

Una vicenda che, proprio secondo il primo cittadino della città del Castello Colleoni, ha provocato un “danno incalcolabile all’immagine pubblica del Municipio e a quella di chi vi lavora e vi opera ogni giorno”. Ma che non deve far scordare come “la qualità dei servizi e il livello delle prestazioni offerte agli utenti sono alti”. Questi alcuni stralci della lettera inviata a tutti i dipendenti e amministratori comunali, che riportiamo integralmente. Il giorno dopo l’avvenuto licenziamento dell’operatore dell’ufficio tributi finito nell’occhio del ciclone mediatico, e sotto esame della commissione disciplinare che ne ha deciso l’allontanamento. Potrebbe raggiungere i 40 mila euro l’ammanco, in corso di verifica.

La recente, sconcertante vicenda che ha coinvolto un dipendente del nostro Comune ha
scosso tutti noi, che quotidianamente siamo impegnati nella casa municipale, sia nel ruolo di amministratori che in quello di dipendenti. Lasciando agli Organi competenti, Magistratura e Commissione Disciplinare, le necessarie indagini e le conseguenti decisioni, desidero rivolgermi a tutti Voi, consapevole dello sbalordimento, dell’amarezza e anche della rabbia e dello sdegno che un simile comportamento, se verrà confermato dalle indagini, ha destato in chi, ogni giorno, fa il suo dovere con coscienza, impegno, responsabilità ed onestà.

Per questo desidero confermarvi la stima dell’Amministrazione Comunale e mia personale,
invitandovi a continuare a svolgere, con professionalità ed impegno, l’importante servizio per la Cittadinanza a cui siete chiamati nel Vostro posto di lavoro. Purtroppo, avvenimenti come quello su cui si sta indagando rappresentano un danno incalcolabile all’immagine pubblica del Municipio e a quella di chi vi lavora e vi opera ogni giorno. Ciò nondimeno, però, ora dobbiamo saper ripartire con rinnovato impegno, con coraggio e con umiltà, trasformando questo amaro episodio in un nuovo stimolo per verificare quello che possiamo ancora migliorare nel nostro lavoro, pur sapendo che ad andare con rilievo sotto i riflettori della Stampa e dell’opinione pubblica sono soprattutto i fatti negativi e non quelli positivi.

La qualità dei servizi e il livello delle prestazioni che sapete offrire agli utenti sono alti. Su
questo dato di fatto, Vi auguro di non lasciarvi avvilire, ma di continuare con serenità e orgoglio a lavorare per la Città di Thiene“.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!