Inseguimento con frontale: carabinieri acciuffano due pregiudicati

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La gazzella dei carabinieri (immagine d'archivio)

Mezzogiorno di fuoco ad Arsiero oggi: si è concluso infatti nella piazza principale del paese un lungo inseguimento – da parte dei carabinieri della stazione locale – di un’Alfa Romeo 147 con a bordo tre uomini.

Il terzetto si era dato alla fuga dopo aver tentato un furto su un’auto parcheggiata nei pressi del rifugio Valbona di Arsiero. L’auto, una Skoda Octavia, era di proprietà di due turisti cechi domiciliati all’hotel Alaska di Folgaria (Trento) e la banda nel tentativo di rubare quanto c’era all’interno ha rotto i finestrini e pure tagliato le gomme.

Vistosi scoperti da alcuni passanti, i malviventi si sono dati alla fuga in auto, ma sulle loro tracce si son messe subito anche due pattuglie dei carabinieri di Arsiero: individuata la vettura della banda, è iniziato l’inseguimento e nel tentativo di evitare il blocco con le auto di traverso, messo in atto dai carabinieri, in centro ad Arsiero hanno effettuato una manovra che li ha portati ad un scontro frontale con un’altra vettura, condotta da un automobilista del luogo, che è rimasto leggermente ferito.

Il terzetto a quel punto se l’è data a gambe a piedi, ma due pattuglie son riuscite a ricorrere e a catturare due dei tre fuggiaschi. Si tratta di due pregiudicati di lungo corso: V.D., 40enne di Padova, e T.B., residente a Montecchio Maggiore. Per i due la denuncia in stato di libertà è per i reati di concorso in tentato furto, danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni ed omissione di soccorso.

Sono ancora in corso le indagini per individuare il terzo componente della banda. Per il guidatore dell’altra vettura coinvolta nell’incidente, sette giorni di prognosi per una distorsione cervicale.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!