Tentato omicidio per un litigio: 32enne in prognosi riservata. Un arresto

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
La gazzella dei carabinieri

Un tentato omicidio aggravato, avvenuto la notte scorsa a Lonigo, si è concluso con un ferito in rianimazione e un 24enne del posto arrestato.

Il fatto è avvento verso le 22,30 nei pressi di un’abitazione nel centro di Lonigo, in via Cappelletto, una via nel quartiere a ridosso del Parco Ippodromo.

Da quanto hanno accertato i Carabinieri della stazione locale, al termine di un litigio scaturito per cause che sono in fase di verifica, un ragazzo italiano di 24 anni del posto (celibe e muratore) ha colpito con un coltello da cucina un operaio 32enne, anch’egli di Lonigo, ferendolo gravemente al volto sotto l’occhio sinistro e sul fianco sinistro. La pattuglia dei Carabinieri, giunta sul posto immediatamente, ha trovato l’accoltellatore ancora presente sul luogo con addosso i vestiti intrisi di sangue ed a poca distanza il coltello utilizzato per commettere il delitto.

Sul posto è intervenuto il Suem 118, che ha provveduto a trasportare immediamente il ferito all’ospedale civile di Arzignano, dove è ricoverato in prognosi riservata: attualmente è fuori pericolo di vita.

Il Pubblico Ministero di turno ha disposto la custodia presso la casa circondariale di Vicenza dell’arrestato – con l’accusa di tentato omicidio aggravato – in attesa dell’udienza di convalida. L’arma è stata posta sotto sequestro.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!