Divieto per i botti e fuochi d’artificio, multe fino a 500 euro ai trasgressori

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

La notte del 31 dicembre e i giorni successivi sarà vietato a Schio accendere, petardi e fuochi d’artificio.

Il sindaco Valter Orsi, con una specifica ordinanza, mira a limitare i “botti” di fine anno per motivi legati da un lato al rischio di incendi boschivi (aggravato dal clima secco) dall’altro ai disagi che essi causano ad anziani, bambini, fasce deboli della popolazione e animali. Una scelta dovuta anche alla necessità di limitare i rischi al patrimonio storico, culturale e architettonico.

Il divieto riguarda il centro storico (ossia l’area compresa fra la ex caserma Cella, l’ex ospedale De Lellis, la stazione ferroviaria e largo De Pretto), le aree collinari e le zone in una raggio di 500 metri da luoghi di ricovero, case di cura e ospedali.

Nelle altre zone del territorio di Schio botti e petardi sono ammessi solo un’ora, da mezzanotte all’una della notte di S.Silvestro.

Il rispetto dell’ordinanza è demandato alle forze di polizia e i trasgressori  potranno essere puniti con una multa da 25 a 500 euro.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!