Un incendio e una fuoriuscita di metano nella notte

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...

Notte di azione per i Carabinieri di Malo che sono intervenuti per due emergenze ad Isola Vicentina. La più grave ha riguardato un 50enne, che a seguito dell’inalazione di gas metano è stato ricoverato d’urgenza. Gli agenti però con un intervento tempestivo sono riusciti a salvarlo, come anche è stato domato per tempo l’incendio di una falegnameria in Via Pasubio.

Il primo intervento dei militari dell’Arma si è svolto di concerto con i Vigili del Fuoco, chiamati a fronteggiare un incendio divampato in via Pasubio 32, nei locali della Falegnameria Brunello. Il fuoco è partito da una catasta di bancali di legno appena fuori dall’azienda, nel parcheggio. L’intervento di spegnimento è stato operato con successo dai Vigili del Fuoco. Fortunatamente le fiamme hanno divorato una porzione limitata dell’attività. Non si conosce ancora la causa dell’incendio, attualmente al vaglio delle forze dell’ordine.

Più complicato invece è stato l’intervento che i militari hanno effettuato per salvare un 50enne che aveva deciso di togliersi la vita in via San Francesco. Nell’abitazione dell’uomo infatti era iniziata la dispersione di gas metano, che gli aveva fatto perdere i sensi. Grazie all’azione combinata ancora di Carabinieri e Vigili del Fuoco la criticità è stata risolta, salvando l’uomo e mettendo in sicurezza l’appartamento. Sono stati sigillati i contatori per scongiurare eventuali esplosioni. L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale San Bortolo di Vicenza.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!