La ricetta della trota della Valle del Chiampo alle mandorle dello chef Amedeo Sandri

Listen to “Trota Alle Mandorle – Fogolare Veneto” on Spreaker.

La trota è il pesce d’eccellenza dell’entroterra Veneto, un pesce conosciuto e apprezzato da molti, perfetto per dei piatti semplici, sani e gustosi. Per questa ricetta, ci spostiamo nella Valle del Chiampo dove si possono trovare dei filetti di trota iridea freschi e deliziosi. La trota, prima di essere pulita, deve essere passata con della farina gialla per togliere il limo sulla pelle. Dopodiché, si può procedere alla pulitura, prestando particolare attenzione alle lische che si possono togliere con l’utilizzo di una pinzetta.

Una volta sfilettata, la trota viene passata nel pane grattugiato o nella farina bianca in modo da “fissare” i filetti. Si passa poi ad una cottura veloce in padella dove la trota viene rosolata insieme a dell’olio e burro ai quali si può aggiungere una fogliolina d’alloro per insaporire il pesce. Si cuoce il filetto prima dalla parte della pelle per formare la crosticina e poi, a fuoco debole, la parte della polpa. La trota viene poi trasferita in una teglia e cosparsa con dei filetti di mandorla pelata. Si conclude la cottura in forno per cinque minuti a 200C o per 2/3 minuti se si utilizza il grill in modo da tostare e rendere le mandorle croccanti.

A questo piatto, il sommelier Maurizio Falloppi accosta un Brut Rosé dell’azienda vitivinicola del Soave Corte Adami. Il vino deve essere servito a temperatura molto fredda intorno ai 5/6 gradi.