Addio a don Claudio Gioppo, il prete paracadutista

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Foto Facebook Luca Cordova - Ronnie Zanini

Lutto nell’Alto Vicentino e nel mondo militare per la morte improvvisa di don Claudio Gioppo, il prete paracadutista di 81 anni originario di Chiuppano. Solo l’anno scorso aveva festeggiato i 50 anni di sacerdozio. I funerali si terranno sabato mattina nella chiesa parrocchiale di Chiuppano e saranno celebrati dal Vicario Generale di Padova, don Giuliano Zatti.

Classe 1937 (81 anni compiuti a settembre), ordinato prete a trent’anni, don Claudio ha passato 50 anni della sua vita al servizio dei giovani: prima nove anni come salesiano, poi come cappellano militare del 4° Corpo d’Armata Alpini di Bolzano, dove è di stanza la compagnia degli alpini paracadusti. Nel 1981 fu trasferito alla scuola militare di paracadutismo di Pisa, la Smipar. Dopo tre anni come cappellano militare per la Marina, nel ’99 si è congedato con il grado di tenente colonnello e il vescovo di Padova lo ha assegnato alle parrocchie di Chiuppano, Calvene, Santo e Rozzampia.

Diventò egli stesso prima paracadutista civile, poi militare e infine istruttore, direttore di lancio, ripiegatore e aviorifornitore: si è lanciato per oltre 600 volte, l’ultima una decina di anni fa. Ha partecipato anche a importanti missioni umanitarie, come ad esempio in aiuto ai profughi in Kurdistan.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!