Poste Italiane incontra il sindaco Cecchetto sui disservizi: “A breve incontri pubblici”

Ascolta l'audio
...caricamento in corso...
Una lettera (immagine di archivio)

Era la fine di aprile quando il sindaco di Montecchio Maggiore, Milena Cecchetto, si era messa a capo di una protesta che in breve tempo ha raccolto l’adesione di buona parte dei sindaci della provincia: una lamentela generale contro i disservizi nella consegna della posta ai cittadini. Poste Italiane – per la verità, tre mesi dopo – nei giorni scorsi ha risposto in modo “concreto”: mandando alcuni suoi dirigenti a Montecchio in Comune, a parlare con il sindaco. L’amministrazione ha ottenuto una serie di garanzie per un maggior impegno, e una disponibilità di Poste Italiane a fare degli incontri pubblici sul territorio, per illustrare le novità tecnologiche che possono velocizzare il servizio. Di seguito, la nota del Comune di Montecchio:

“La dirigenza provinciale di Poste Italiane ha incontrato l’amministrazione comunale di Montecchio Maggiore per dare seguito alla necessità di fornire chiarimenti circa la segnalazione di disservizi nella consegna della posta. Tema centrale di questo confronto, svolto con il responsabile dell’Area Logistica e Recapito del Nordest, Enrico Dallegno, il direttore della Filiale di Vicenza, Gianfranco Bedendo, e con Patricia Da Rin, Responsabile Corporate Affairs e Comunicazione Territoriale per il Nordest, è stata ovviamente la problematica riscontrata nel recapito della posta, oltre alle difficoltà espresse nell’accesso ai servizi messi a disposizione dagli sportelli.
Un incontro fortemente voluto dal sindaco di Montecchio Maggiore Milena Cecchetto, che si è fatta portavoce dei disagi denunciati dai cittadini coinvolgendo altri 54 colleghi sindaci del vicentino nella firma di una lettera inviata ai vertici provinciali delle poste, con richiesta di delucidazioni circa il servizio offerto. La risposta che ne è conseguita è stata di assoluta disponibilità da parte dei responsabili provinciali di Poste Italiane al confronto puntuale con i diversi primi cittadini coinvolti, nell’interesse di risolvere i problemi riscontrati.

Da parte loro i responsabili delle poste si sono fatti carico delle segnalazioni ricevute, offrendo la loro massima disponibilità per poter raggiungere velocemente una soluzione ai disservizi denunciati, anche con degli incontri pubblici con i cittadini per poter esplicare i servizi proposti e le implementazioni tecnologiche. Un mezzo per far conoscere tutti i mezzi a disposizione per snellire l’annoso problema delle code agli sportelli, come la prenotazione del ticket tramite app estesa anche al giorno successivo con scelta dell’orario, e il ritiro delle inesitate, con gestione della prenotazione del ritiro presso l’ufficio postale tramite “app”. Un dialogo quello tra l’amministrazione comunale di Montecchio Maggiore e i vertici delle Poste che proseguirà al ritorno dalle vacanze estive, con la rassicurazione da parte loro che Vicenza e il suo territorio provinciale rappresenta un polo importante per Poste Italiane, con l’impegno di continuare sulla strada del confronto nell’ottica di proporre un servizio valido e al passo coi tempi ai cittadini.  “L’interesse dimostrato – commenta il sindaco di Montecchio Maggiore Milena Cecchetto – da parte dei vertici di Poste Italiane è certamente un passo in avanti nella ricerca di una soluzione ai problemi esposti nella lettera da noi inviata. Da parte nostra abbiamo fatto presente quelle che sono le denunce di disservizio che ci sono pervenute, chiedendo una relazione sulle cause che hanno portato a questa situazione. Il nostro interesse è naturalmente quello di trovare una soluzione rapida, per questo diamo la nostra completa disponibilità a continuare nel dialogo con le poste, con l’obiettivo primario di restituire al cittadino un servizio efficiente”.

Ascolta il Radiogiornale di oggi!